Trending Hashtags

Don't use the same old hashtags, our software automatically detects the top trending hashtags so you can use the best hashtags for your posts every time.

Increased Exposure

Using the right and trendy instagram tags for your post lets you stand out and get more real followers.

Updated Automatically

Our system analyses hashtags live and updates the top trending hashtags in minutes.


Find the top hashtags for #denunciate

Using the top trending hashtags is proven to help reach more users and attract real targeted followers.


JoGram Recommendation:

Use #denunciate to get seen now

40.5
average comments
1.7K
hashtag reach
1.6K
average likes

Best hashtags for #denunciate

#denunciate
#christmas
#drawing
#design
#photographer
#instadaily
#cute
#summer
#beach
#artist
#healthy
#photography
#girls
#tbt
#bestoftheday
#followforfollow
#photo
#follow4follow
#lol
#me
#swag
#like4like
#lifestyle
#sunset
#nofilter
#foodporn
#dogsofinstagram
Posts using this hashtag
1,709

Note: If the '&' character is used in the hashtag/s that you're searching for then please use the 'and' keyword instead.


Top 6 hashtags used with #denunciate

Percentage of hashtags used with #denunciate on Instagram posts

Always up to date

Our software is actively updating our hashtags and including top trending hashtags or every category every few minutes. Be sure to use a trusted hashtag website, to ensure you are using up to date hashtags to maximize your potential and growth on Instagram, along with other social platforms.

Do you have any suggestions? Please send your feedback to us. We are always driven to provide a better service.

Hashtags available right here are chosen and also constructed in such a way that reveals their worth. You can pick from the listing that is carefully pertaining to your brand or article. For instance, denunciate hashtags are widely browsed on Instagram to be utilized with pertinent articles.

Other than most recent and fashionable Instagram denunciate hashtags, you need to upgrade pertinent material as well. As an example, if you aspire to utilize hashtags, after that see to it you are utilizing them efficiently. Top denunciate hashtags are commonly gone over on Instagram that helps you in grabbing the interest of your targeted audience as well as a boost in the number of fans.

If you start utilizing preferred hashtags for denunciate to advertise your brand name, then you will possibly build your involvement, in contrast, to simply replicating and pasting unconnected hashtags. Hashtagsforlikes has actually made it very easy for you to drag the hashtags that relate to your blog post or brand. Right here you will see tiny teams of comparable top Instagram denunciate hashtags. These tiny teams can be made use of almost, as you can choose a various one whenever you upload something regarding the same subject or specific niche.

Bear in mind that a few of your blog posts can obtain included in the header area of an Instagram hashtag. It can breast the opportunity of getting even more sort, remarks along with followers, so prepare for that if it occurs every time by uploading a well-formed web content.

With proper and trendy hashtags for hashtags for denunciate, you can boost the impressions of your posts and increase the credibility of your brand.


denunciate instagram hashtag profile picture

#denunciate photos & videos

1,709 Instagram Posts using #denunciate hashtag

Advertisements

Top denunciate Posts

Ognuno di voi ha la propria storia alle spalle. Ognuno di voi ha vissuto la propria vita, i propri momenti felici e i propri momenti tristi, ognuno di voi ha vissuto o visto ingiustizie, violenze, e molti di voi sono stati zitti. Parlate. Denunciate. Non abbiate paura, parlatene sempre, chiedete aiuto. Chi vi ha fatto del male deve essere fermato.
#ultimo #peterpan #ultimopeterpan #dallapartedegliultimi #niccolomoriconi #niccolòmoriconi #dallapartedinic #ultimi #violenze #denuncia #denunciate #parlate #ingiustizia #violenza

Ognuno di voi ha la propria storia alle spalle. Ognuno di voi ha vissuto la propria vita, i propri momenti felici e i propri momenti tristi, ognuno di voi ha vissuto o visto ingiustizie, violenze, e molti di voi sono stati zitti. Parlate. Denunciate. Non abbiate paura, parlatene sempre, chiedete aiuto. Chi vi ha fatto del male deve essere fermato. #ultimo #peterpan #ultimopeterpan #dallapartedegliultimi #niccolomoriconi #niccolòmoriconi #dallapartedinic #ultimi #violenze #denuncia #denunciate #parlate #ingiustizia #violenza

Il 17 Maggio 1990 l'omosessualità uscì dalla lista delle malattie mentali dall'elenco delle malattie pubblicata dall'Organizzazione mondiale della sanità. Dal 2004, fino ad oggi, questa giornata è dedicata alla lotta contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia.
Nel 2017, benché di passi ne siano stati fatti tantissimi, ancora molte persone non sono libere di essere Felici. Ed altrettanti sono i 'cacciatori', coloro che vivono con il solo intento di opprimere la libertà altrui.
Oggi non voglio dare spazio a chi Tortura. Oggi voglio dire #GRAZIE a tutte le persone, le mamme ed i papà, i fratelli e le sorelle, i nonni e gli zii, gli amici ed i conoscenti che fanno la cosa più bella del mondo, #AMARE, a prescindere da un'identità sessuale.
E, se anche il nostro Paese ancora non abbia deciso, #DENUNCIATE chi viola i diritti inviolabili e personalissimi dell'Essere Umano, perché solo unendoci potremo raggiungere l'obiettivo comune: entrare nel #FUTURO.
Buon 17 Maggio a tutte e tutti!
Eva

Il 17 Maggio 1990 l'omosessualità uscì dalla lista delle malattie mentali dall'elenco delle malattie pubblicata dall'Organizzazione mondiale della sanità. Dal 2004, fino ad oggi, questa giornata è dedicata alla lotta contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia. Nel 2017, benché di passi ne siano stati fatti tantissimi, ancora molte persone non sono libere di essere Felici. Ed altrettanti sono i 'cacciatori', coloro che vivono con il solo intento di opprimere la libertà altrui. Oggi non voglio dare spazio a chi Tortura. Oggi voglio dire #GRAZIE a tutte le persone, le mamme ed i papà, i fratelli e le sorelle, i nonni e gli zii, gli amici ed i conoscenti che fanno la cosa più bella del mondo, #AMARE, a prescindere da un'identità sessuale. E, se anche il nostro Paese ancora non abbia deciso, #DENUNCIATE chi viola i diritti inviolabili e personalissimi dell'Essere Umano, perché solo unendoci potremo raggiungere l'obiettivo comune: entrare nel #FUTURO.Buon 17 Maggio a tutte e tutti! Eva

Ho giurato di non stare mai in silenzio, in qualunque luogo e in qualunque situazione in cui degli esseri umani siano costretti a subire sofferenze e umiliazioni. Dobbiamo sempre schierarci. La neutralità favorisce l’oppressore, mai la vittima. Il silenzio aiuta il carnefice, mai il torturato 
Èlie Wiesel
#25novembre #25novembregiornatamondialecontrolaviolenzasulledonne #giornatamondialeviolenzasulledonne #violenzasulledonne #eliewiesel #donne #giornatamondialesullaviolenzadelledonne #unionefalaforza #violence #denunciate #chivimaltrattanonviama #nonabbiatepaura #stopfemminicidio #femminicidio #stopviolence #stopviolenza

Ho giurato di non stare mai in silenzio, in qualunque luogo e in qualunque situazione in cui degli esseri umani siano costretti a subire sofferenze e umiliazioni. Dobbiamo sempre schierarci. La neutralità favorisce l’oppressore, mai la vittima. Il silenzio aiuta il carnefice, mai il torturato  Èlie Wiesel #25novembre #25novembregiornatamondialecontrolaviolenzasulledonne #giornatamondialeviolenzasulledonne #violenzasulledonne #eliewiesel #donne #giornatamondialesullaviolenzadelledonne #unionefalaforza #violence #denunciate #chivimaltrattanonviama #nonabbiatepaura #stopfemminicidio #femminicidio #stopviolence #stopviolenza

Uscire dalla dinamica della violenza è difficile. Molte donne perdono autostima e coraggio. Spesso non hanno il giusto sostegno. In molte sperano che la situazione si risolva da sé. Non riescono più a vedere concrete vie d'uscita dalla spirale di violenza. Invece, bisogna aprire gli occhi e agire! Le possibilità ci sono. Prenditi il tempo per trovare giuste risposte alle tue domande.
NON SEI SOLA!
NUMERO VERDE:
800 148 724 #rompiilsilenzio #violenza #stopallaviolenzasulledonne #donne #denunciate #nonunadimeno #nonènormalechesianormale

Uscire dalla dinamica della violenza è difficile. Molte donne perdono autostima e coraggio. Spesso non hanno il giusto sostegno. In molte sperano che la situazione si risolva da sé. Non riescono più a vedere concrete vie d'uscita dalla spirale di violenza. Invece, bisogna aprire gli occhi e agire! Le possibilità ci sono. Prenditi il tempo per trovare giuste risposte alle tue domande. NON SEI SOLA! NUMERO VERDE: 800 148 724 #rompiilsilenzio #violenza #stopallaviolenzasulledonne #donne #denunciate #nonunadimeno #nonènormalechesianormale

'La violenza fisica è l’ uso di qualsiasi atto volto a far male o a spaventare la vittima e nella maggior parte dei casi procura lesioni, e in generale danno fisico provocato non accidentalmente e con mezzi differenti...' (Baldry, Roia “Strategie efficaci e di contrasto ai maltrattamenti e allo stalking”) Esso può comprendere:
- schiaffi, pugni, morsi, calci, testate, spintoni, strattonamenti,
tirate di capelli,
- cadute
- lancio addosso di oggetti
- bruciature, ustioni
- tentato strangolamento
- soffocamento
- aggressione o minaccia con arma da fuoco, da taglio o oggetto
contundente,
- isolamento da casa o altrove (sequestro di persona). NON SEI SOLA!
NUMERO VERDE:
800 148 724
#denunciate #rompiilsilenzio #stopallaviolenzasulledonne #violenzasulledonne #nonènormalechesianormale

'La violenza fisica è l’ uso di qualsiasi atto volto a far male o a spaventare la vittima e nella maggior parte dei casi procura lesioni, e in generale danno fisico provocato non accidentalmente e con mezzi differenti...' (Baldry, Roia “Strategie efficaci e di contrasto ai maltrattamenti e allo stalking”) Esso può comprendere: - schiaffi, pugni, morsi, calci, testate, spintoni, strattonamenti, tirate di capelli, - cadute - lancio addosso di oggetti - bruciature, ustioni - tentato strangolamento - soffocamento - aggressione o minaccia con arma da fuoco, da taglio o oggetto contundente, - isolamento da casa o altrove (sequestro di persona). NON SEI SOLA! NUMERO VERDE: 800 148 724 #denunciate #rompiilsilenzio #stopallaviolenzasulledonne #violenzasulledonne #nonènormalechesianormale

Latest denunciate Posts

Sono ancora troppe le donne che subiscono violenze, specie tra le mura domestiche. Spesso le vittime chiedono aiuto troppo tardi o non fanno in tempo a rivolgersi alle persone giuste, perché isolate e impaurite.
Ma la gelosia e' una delle motivazioni più frequenti che spingono mariti e fidanzati a compiere abusi, violenze o persino delitti nei confronti delle donne. Spesso si inizia con le denigrazioni, le offese, un controllo sempre maggiore da parte del partner, che tende a isolare la compagna da amiche, madri e parenti. Poi arriva la violenza fisica, fino a casi drammatici.
Ma com'è possibile evitarli? Bisogna chiedere aiuto e rivolgersi alle persone giuste. Non basta denunciare, perché spesso la parole delle donne non viene presa in debita considerazione. Occorre una vera rete di sostegno e protezione per le vittime e i loro figli. Ma anche far conoscere quali sono i segnali che possono mettere in guardia le donne prima che la situazione peggiori.
FONTE: https://www.donnamoderna.com/news/societa/violenza-donne-a-chi-dove-chiedere-aiuto
NON SEI SOLA!
ROMPI IL SILENZIO!
NUMERO VERDE: 800 148 724
#denunciate #donnevittimediviolenza #nonseisola #rompiilsilenzio

Sono ancora troppe le donne che subiscono violenze, specie tra le mura domestiche. Spesso le vittime chiedono aiuto troppo tardi o non fanno in tempo a rivolgersi alle persone giuste, perché isolate e impaurite. Ma la gelosia e' una delle motivazioni più frequenti che spingono mariti e fidanzati a compiere abusi, violenze o persino delitti nei confronti delle donne. Spesso si inizia con le denigrazioni, le offese, un controllo sempre maggiore da parte del partner, che tende a isolare la compagna da amiche, madri e parenti. Poi arriva la violenza fisica, fino a casi drammatici. Ma com'è possibile evitarli? Bisogna chiedere aiuto e rivolgersi alle persone giuste. Non basta denunciare, perché spesso la parole delle donne non viene presa in debita considerazione. Occorre una vera rete di sostegno e protezione per le vittime e i loro figli. Ma anche far conoscere quali sono i segnali che possono mettere in guardia le donne prima che la situazione peggiori. FONTE: https://www.donnamoderna.com/news/societa/violenza-donne-a-chi-dove-chiedere-aiuto NON SEI SOLA! ROMPI IL SILENZIO! NUMERO VERDE: 800 148 724 #denunciate #donnevittimediviolenza #nonseisola #rompiilsilenzio

미국 #대학 입시를 준비하는데 #필수 #영단어 들만 모아둔 #무료 어플입니다. 다양한 연습문제와 #푸시 #알림 (#뜻 과 각종 연습문제)이 있어 #단어 #암기 에 아주 큰 도움이 될 겁니다. 한 번 다운받아 보세요~~
#구글 https://bit.ly/google_sat_voca
#애플 https://bit.ly/satvoca
#영어인강 #영어쌤 #영단어 #영어회화 #영어공부 #영문
#denunciate
#탄핵 #공공연히 #비난
The Government should give notice that we will denunciate the convention and rejoin immediately after entering a reservation on article 3.
#정부 #관례 #파기 #조항 #보류 #후 #바 #합류 통보
동의어 : slam

미국 #대학 입시를 준비하는데 #필수 #영단어 들만 모아둔 #무료 어플입니다. 다양한 연습문제와 #푸시 #알림 ( #뜻 과 각종 연습문제)이 있어 #단어 #암기 에 아주 큰 도움이 될 겁니다. 한 번 다운받아 보세요~~ #구글 https://bit.ly/google_sat_voca #애플 https://bit.ly/satvoca #영어인강 #영어쌤 #영단어 #영어회화 #영어공부 #영문 #denunciate #탄핵 #공공연히 #비난The Government should give notice that we will denunciate the convention and rejoin immediately after entering a reservation on article 3. #정부 #관례 #파기 #조항 #보류 #후 #바 #합류 통보 동의어 : slam

Anche i propulsori per #polveri sono attrezzature in pressione,
Le hai correttamente #denunciate secondo il D.M 329 del 2004?
#powder #airpressure
Sede Legale Via XX Settembre 2/19 - 16121 Genova (GE)
Sedi Operative:
Via Capriolo 22 – 10139 Torino (TO)
Viale Italia 194 – 31015 Conegliano (TV)
Tel. 04381841037
Cell. +39-3478040846
E-mail info@tec-lab.it

Anche i propulsori per #polveri sono attrezzature in pressione, Le hai correttamente #denunciate secondo il D.M 329 del 2004? #powder #airpressure Sede Legale Via XX Settembre 2/19 - 16121 Genova (GE) Sedi Operative: Via Capriolo 22 – 10139 Torino (TO) Viale Italia 194 – 31015 Conegliano (TV) Tel. 04381841037 Cell. +39-3478040846 E-mail info @tec -lab.it

#GRE 시험을 준비할 때 필요한 #무료 #영단어 #어플 입니다 ^^ 다양한 테스트 기능과 다른 어플에서는 없는 푸시 기능이 있어 단어 암기를 효율적으로 하실 수 있을겁니다.
#구글 https://bit.ly/GRE_voca
#애플 https://bit.ly/Gre_voca
#생활영어 #영어단어프로그램 #영어기초공부 #영단어 #영어공부 #영어단어
#denunciate
#탄핵 #공공연히 #비난
The Government should give notice that we will denunciate the convention and rejoin immediately after entering a reservation on article 3.
#정부 #관례 #파기 #조항 #보류 #후 #바 #합류 #통보
#동의어 : #slam

#GRE 시험을 준비할 때 필요한 #무료 #영단어 #어플 입니다 ^^ 다양한 테스트 기능과 다른 어플에서는 없는 푸시 기능이 있어 단어 암기를 효율적으로 하실 수 있을겁니다. #구글 https://bit.ly/GRE_voca #애플 https://bit.ly/Gre_voca #생활영어 #영어단어프로그램 #영어기초공부 #영단어 #영어공부 #영어단어 #denunciate #탄핵 #공공연히 #비난The Government should give notice that we will denunciate the convention and rejoin immediately after entering a reservation on article 3. #정부 #관례 #파기 #조항 #보류 #후 #바 #합류 #통보 #동의어 : #slam

Per qualsiasi informazione, supporto e assistenza puoi trovarci ogni lunedì a San Sebastiano dalle 14.30 alle 17.30, oppure a San Giorgio il mercoledì ed il venerdì dalle 13.30 alle 16.30.
ROMPI IL SILENZIO!
DICIAMO NO ALLA VIOLENZA!
Numero verde 800 148 724
#violenzasulledonne #rompiilsilenzio #nonseisola #donnevittimediviolenza #denunciate #numeroverde

Per qualsiasi informazione, supporto e assistenza puoi trovarci ogni lunedì a San Sebastiano dalle 14.30 alle 17.30, oppure a San Giorgio il mercoledì ed il venerdì dalle 13.30 alle 16.30. ROMPI IL SILENZIO! DICIAMO NO ALLA VIOLENZA! Numero verde 800 148 724 #violenzasulledonne #rompiilsilenzio #nonseisola #donnevittimediviolenza #denunciate #numeroverde

E' necessario offrire solidarietà ed accoglienza a donne che siano vittime o esposte alla minaccia di qualsiasi tipo di violenza o maltrattamento, attraverso il coinvolgimento di tutti i soggetti interessati e prevedendo specifiche azioni di intervento socio-culturale, sanitario, economico, legislativo e giudiziario. Sui territori bisogna promuovere, dove emergono i bisogni e le esigenze, iniziative di informazione e sensibilizzazione per combattere sul nascere la violenza di genere: formazione nelle scuole, corsi di formazione per gli operatori delle strutture sociosanitarie, per migliorare la prima accoglienza, forme di collaborazione con gli enti locali e le associazioni per potenziare l'accoglienza e il sostegno alle vittime, task force e gruppi di lavoro per pianificare le iniziative e divulgare le best practice.
NON SEI SOLA!
ROMPI IL SILENZIO!
NUMERO VERDE: 800 148 724
FONTE: http://www.informagiovaniagropoli.it/nel-giorno-della-festa-della-donna-in-cilento-inaugura-un-centro-antiviolenza/
#nonseisola #rompiilsilenzio #denunciate #nonènormalechesianormale

E' necessario offrire solidarietà ed accoglienza a donne che siano vittime o esposte alla minaccia di qualsiasi tipo di violenza o maltrattamento, attraverso il coinvolgimento di tutti i soggetti interessati e prevedendo specifiche azioni di intervento socio-culturale, sanitario, economico, legislativo e giudiziario. Sui territori bisogna promuovere, dove emergono i bisogni e le esigenze, iniziative di informazione e sensibilizzazione per combattere sul nascere la violenza di genere: formazione nelle scuole, corsi di formazione per gli operatori delle strutture sociosanitarie, per migliorare la prima accoglienza, forme di collaborazione con gli enti locali e le associazioni per potenziare l'accoglienza e il sostegno alle vittime, task force e gruppi di lavoro per pianificare le iniziative e divulgare le best practice. NON SEI SOLA! ROMPI IL SILENZIO! NUMERO VERDE: 800 148 724 FONTE: http://www.informagiovaniagropoli.it/nel-giorno-della-festa-della-donna-in-cilento-inaugura-un-centro-antiviolenza/ #nonseisola #rompiilsilenzio #denunciate #nonènormalechesianormale

🙇🏻‍♂️ #영단어는관리다 🙇🏻‍♂️ #무료 #편입 #영어단어 #어플 입니다 “편입” 어플 중에 아이튠즈 랭킹 1위입니다.
#구글 https://bit.ly/google_pi_voca
#애플 https://bit.ly/transfer_vocab
#영어어플 #편입공부 #영어기초공부 #영어인강 #영어어플 #생활영어
#denunciate
#탄핵 #공공연히 #비난
The Government should give notice that we will denunciate the convention and rejoin immediately after entering a reservation on article 3.
#정부 #관례 #파기 #조항 #보류 #후 #바 #합류 #통보
#동의어 : #slam

🙇🏻‍♂️ #영단어는관리다 🙇🏻‍♂️ #무료 #편입 #영어단어 #어플 입니다 “편입” 어플 중에 아이튠즈 랭킹 1위입니다. #구글 https://bit.ly/google_pi_voca #애플 https://bit.ly/transfer_vocab #영어어플 #편입공부 #영어기초공부 #영어인강 #영어어플 #생활영어 #denunciate #탄핵 #공공연히 #비난The Government should give notice that we will denunciate the convention and rejoin immediately after entering a reservation on article 3. #정부 #관례 #파기 #조항 #보류 #후 #바 #합류 #통보 #동의어 : #slam

#영단어는관리다 #초등 #중등 #고등 #토익 영어 시험에서 가장 많이 나오는 단어만으로 만든 영단어 어플입니다 👍👍 #발음기호 동의어 반의어 예제 기타등등 암기에 필요한 모든 정보가 다 제공됩니다. 한 번 써보세요!!
#구글 https://bit.ly/Basic_voca
#애플 https://bit.ly/basic_voca
#단어장 #어플 #영어기초공부 #영어잘하고싶다 #단어 #영어공부
#denunciate
#탄핵 #공공연히 #비난
The Government should give notice that we will denunciate the convention and rejoin immediately after entering a reservation on article 3.
#정부 #관례 #파기 #조항 #보류 #후 #바 #합류 #통보
#동의어 : #slam

#영단어는관리다 #초등 #중등 #고등 #토익 영어 시험에서 가장 많이 나오는 단어만으로 만든 영단어 어플입니다 👍👍 #발음기호 동의어 반의어 예제 기타등등 암기에 필요한 모든 정보가 다 제공됩니다. 한 번 써보세요!! #구글 https://bit.ly/Basic_voca #애플 https://bit.ly/basic_voca #단어장 #어플 #영어기초공부 #영어잘하고싶다 #단어 #영어공부 #denunciate #탄핵 #공공연히 #비난The Government should give notice that we will denunciate the convention and rejoin immediately after entering a reservation on article 3. #정부 #관례 #파기 #조항 #보류 #후 #바 #합류 #통보 #동의어 : #slam

También agradecemos a V.MAR huellitas y patitas por su participación en el rescate y a la persona que se hará cargo de la #rehabilitacion y posterior #adopcion de estos pequeños amiDogs #perros
#rescata #salvaunavida #nocompresadopta #noabandones #esteriliza #denuncia #involucrate #perrosrescatados #tizayuca #instaperro
#perrosdeinstagram
#rescue #rescuedog #dontabandonyourpets #neuter #denunciate #rescuepet #instadog #dogsofinstagram

También agradecemos a V.MAR huellitas y patitas por su participación en el rescate y a la persona que se hará cargo de la #rehabilitacion y posterior #adopcion de estos pequeños amiDogs #perros #rescata #salvaunavida #nocompresadopta #noabandones #esteriliza #denuncia #involucrate #perrosrescatados #tizayuca #instaperro #perrosdeinstagram #rescue #rescuedog #dontabandonyourpets #neuter #denunciate #rescuepet #instadog #dogsofinstagram

L'amore rende felici e riempie il cuore, non rompe costole e non lascia lividi sulla faccia.
Abbiamo una sola vita.
Non buttiamola via.
OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA!
ROMPI IL SILENZIO!
FONTE: https://aforismi.meglio.it/aforisma.htm?id=bbd6
NUMERO VERDE: 800 148 724
#violenzasulledonne #rompiilsilenzio #nonseisola #denunciate #stopallaviolenzasulledonne

L'amore rende felici e riempie il cuore, non rompe costole e non lascia lividi sulla faccia. Abbiamo una sola vita. Non buttiamola via. OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA! ROMPI IL SILENZIO! FONTE: https://aforismi.meglio.it/aforisma.htm?id=bbd6 NUMERO VERDE: 800 148 724 #violenzasulledonne #rompiilsilenzio #nonseisola #denunciate #stopallaviolenzasulledonne

chi vi piacchia dovete sempre denunciare non deve avere paura chiedete sempre aiuto ad un vostro parente , genitori, fratelli ,sorelle amici/e.
#chi ti piacchia non ti ama#stop al femminicio#denunciate sempre

chi vi piacchia dovete sempre denunciare non deve avere paura chiedete sempre aiuto ad un vostro parente , genitori, fratelli ,sorelle amici/e. #chi ti piacchia non ti ama #stop al femminicio #denunciate sempre

Mi è capitato in una strada buia di prendere il cellulare dalla borsa e fingere: 'Sì, sto arrivando!'. Ci si sente sempre un pò prende, vittime potenziali, per il solo fatto di essere donne. (Miriam Leone)
OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA!
NON SEI SOLA!
FONTE: https://aforisticamente.com/2018/02/23/frasi-citazioni-aforismi-contro-la-violenza-sulle-donne/
NUMERO VERDE: 800 148 724
#violenzasulledonne #rompiilsilenzio #denunciate #donne

Mi è capitato in una strada buia di prendere il cellulare dalla borsa e fingere: 'Sì, sto arrivando!'. Ci si sente sempre un pò prende, vittime potenziali, per il solo fatto di essere donne. (Miriam Leone) OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA! NON SEI SOLA! FONTE: https://aforisticamente.com/2018/02/23/frasi-citazioni-aforismi-contro-la-violenza-sulle-donne/ NUMERO VERDE: 800 148 724 #violenzasulledonne #rompiilsilenzio #denunciate #donne

PARLATENE anche se avete paura, anche se vi ha minacciate, anche se non sapete dove andare. Parlatene, perché così facendo non vi alzate in piedi soltanto per voi ma lo fate per tutte le donne che stanno vivendo la vostra stessa situazione e che non hanno il coraggio di farlo. Prendete in mano la vostra vita, perché il silenzio provoca più danni di quanto si possa immaginare. Infine ricordatevi che la violenza non è mai solo fisica.
ROMPI IL SILENZIO!
NON SEI SOLA!
Fonte: 800 148 724
NUMERO VERDE: 800 148 724
#violenzasulledonne #denunciate #nonseisola #rompiilsilenzio

PARLATENE anche se avete paura, anche se vi ha minacciate, anche se non sapete dove andare. Parlatene, perché così facendo non vi alzate in piedi soltanto per voi ma lo fate per tutte le donne che stanno vivendo la vostra stessa situazione e che non hanno il coraggio di farlo. Prendete in mano la vostra vita, perché il silenzio provoca più danni di quanto si possa immaginare. Infine ricordatevi che la violenza non è mai solo fisica. ROMPI IL SILENZIO! NON SEI SOLA! Fonte: 800 148 724 NUMERO VERDE: 800 148 724 #violenzasulledonne #denunciate #nonseisola #rompiilsilenzio

Il problema del nostro Paese nel settore della violenza di genere è culturale. Si tratta della mentalità maschilista da sempre accettata in Italia. Il maltrattamento, di qualsiasi tipo, è infatti un abuso di potere e l'uomo che lo compie non è in grado o non vuole mettersi in discussione, anzi, proprio il contrario: spesso incolpa la donna delle botte che le sta dando. Questa piaga sociale ha sempre trovato terreno fertile nel nostro Paese e non si può pensare di risolverla solo con la repressione, ci vuole un'educazione al rispetto della donna e di se stessi, che deve essere trasmessa in famiglia, a scuola e attraverso i media.
OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA!
FONTE: https://d.repubblica.it/argomenti/2012/03/07/news/donne_violenza_domestica-893497/
NUMERO VERDE: 800 148 724
#denunciate #nonseisola #nonènormalechesianormale #rompiilsilenzio #numeroverde

Il problema del nostro Paese nel settore della violenza di genere è culturale. Si tratta della mentalità maschilista da sempre accettata in Italia. Il maltrattamento, di qualsiasi tipo, è infatti un abuso di potere e l'uomo che lo compie non è in grado o non vuole mettersi in discussione, anzi, proprio il contrario: spesso incolpa la donna delle botte che le sta dando. Questa piaga sociale ha sempre trovato terreno fertile nel nostro Paese e non si può pensare di risolverla solo con la repressione, ci vuole un'educazione al rispetto della donna e di se stessi, che deve essere trasmessa in famiglia, a scuola e attraverso i media. OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA! FONTE: https://d.repubblica.it/argomenti/2012/03/07/news/donne_violenza_domestica-893497/ NUMERO VERDE: 800 148 724 #denunciate #nonseisola #nonènormalechesianormale #rompiilsilenzio #numeroverde

Mohamed, sudanese di 47 anni, è morto 'di #pacchia' sotto il sole cocente per 2 € all'ora a Nardò: stava raccogliendo pomodori.
Sarebbe questa la pacchia di cui Salvini e altri parlano tanto?
#Denunciate #DenunciaUrgente #vergognatevi
#apriteilcervello

Mohamed, sudanese di 47 anni, è morto 'di #pacchia' sotto il sole cocente per 2 € all'ora a Nardò: stava raccogliendo pomodori. Sarebbe questa la pacchia di cui Salvini e altri parlano tanto? #Denunciate #DenunciaUrgente #vergognatevi #apriteilcervello

La violenza contro le donne ha molte facce: alcune più eclatanti che leggiamo tutti i giorni sui giornali, altre più subdole e quotidiane, che in molte vivono tra le mura domestiche. La violenza sulle donne si può definire anche violenza di genere perché è agita tra generi e prevalentemente dal genere maschile su quello femminile.
Anche se tutte le violenze alle donne sono causa di grandi sofferenze e umiliazioni, di esse si parla poco, perché coperte da tabù e vergogna.
Quando si sente parlare di una donna maltrattata sono molti a chiedersi dove è finita la sua forza di volontà, perché non reagisce, perché non si protegge? Si arriva anche a pensare che se la sia un po’ voluta, dato che non ha voluto reagire e denunciare….
Attraverso questi pensieri e questi giudizi si compie un’operazione di allontanamento del fenomeno da sé, lo si colloca in un luogo remoto, che non ha confini in comune con la nostra vita e il nostro modo di pensare, che ci fa prendere le distanze e crea ostilità anziché empatia. Questo accade in maniera talmente potente che quando le vittime siamo noi o altre donne della nostra cerchia ci pare impossibile che questo possa accadere, ed è solo allora che spiccano agli occhi le contraddizioni: quella donna che vediamo subire dice di amare il suo aguzzino, dice di poterlo perdonare, lui è convinto che non si ripeterà più, che è stato solo un episodio.
OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA!
NUMERO VERDE: 800 148 724
FONTE: https://www.paoladanieli.com/violenza-sulle-donne/
#violenzasulledonne #nonseisola #denunciate #donne #nonènormalechesianormale

La violenza contro le donne ha molte facce: alcune più eclatanti che leggiamo tutti i giorni sui giornali, altre più subdole e quotidiane, che in molte vivono tra le mura domestiche. La violenza sulle donne si può definire anche violenza di genere perché è agita tra generi e prevalentemente dal genere maschile su quello femminile. Anche se tutte le violenze alle donne sono causa di grandi sofferenze e umiliazioni, di esse si parla poco, perché coperte da tabù e vergogna. Quando si sente parlare di una donna maltrattata sono molti a chiedersi dove è finita la sua forza di volontà, perché non reagisce, perché non si protegge? Si arriva anche a pensare che se la sia un po’ voluta, dato che non ha voluto reagire e denunciare…. Attraverso questi pensieri e questi giudizi si compie un’operazione di allontanamento del fenomeno da sé, lo si colloca in un luogo remoto, che non ha confini in comune con la nostra vita e il nostro modo di pensare, che ci fa prendere le distanze e crea ostilità anziché empatia. Questo accade in maniera talmente potente che quando le vittime siamo noi o altre donne della nostra cerchia ci pare impossibile che questo possa accadere, ed è solo allora che spiccano agli occhi le contraddizioni: quella donna che vediamo subire dice di amare il suo aguzzino, dice di poterlo perdonare, lui è convinto che non si ripeterà più, che è stato solo un episodio. OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA! NUMERO VERDE: 800 148 724 FONTE: https://www.paoladanieli.com/violenza-sulle-donne/ #violenzasulledonne #nonseisola #denunciate #donne #nonènormalechesianormale

Non è sempre facile identificare un caso di abuso psicologico. Esiste la convinzione che possono ferirci solo aggredendoci fisicamente. Il problema è che vi sono veri esperti nel fare male senza ricorrere agli schiaffi, alle spinte o avvalersi di un oggetto. Tuttavia, causano un danno uguale o maggiore di chi aggredisce fisicamente.
-Il maltrattatore non accetta le differenze: Il suo è l’unico mondo possibile e non valorizza quello altrui. Nei suoi rapporti con il sesso opposto considera sempre inferiore l’altro. Sono casi di maschilismo o femminismo portati all'estremo. -2. Rigidità: Il maltrattatore pensa ed agisce come se fosse padrone della verità. Non bada affatto alle ragioni altrui. Tende ad imporre le sue idee senza dare importanza al contesto in cui si trova. Quando deve stabilire degli accordi non cede neanche un po’ perché crede che i suoi punti di vista debbano essere accettati.
3. Pensiero dicotomico: Per una persona con tale configurazione psicologica, esiste solo il bianco o il nero. Non ammette sfumature di nessun tipo. Ciò non le permette di saper perdonare, di tenere conto delle circostanze di chi si è potuto sbagliare o, semplicemente, di essere capace di riconoscere i suoi stessi errori.
A questi soggetti cade a pennello la frase “dall'amore all'odio non c’è che un passo'. Concepiscono così la vita: come due estremi che, se si toccano, producono urti terribili. Per loro, le cose sono belle o brutte; esiste la verità o la bugia; si vince o si perde. Reagiscono in accordo dei principi con cui intendono la vita.
4. Ipersensibilità: Sono persone che hanno difficoltà a gestire le proprie emozioni. Quando falliscono, per loro non è facile ricominciare. Se, invece, trionfano, allora credono di poter toccare il cielo con le dita. Tutti gli eccessi fanno male, dice la saggezza popolare. Tuttavia, chi abusa psicologicamente vede di buon occhio l’estremismo e lo applica persino su se stesso.
OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA!
NUMERO VERDE: 800 148 724
FONTE: https://lamenteemeravigliosa.it/caratteristiche-abuso-psicologico/
#nonènormalechesianormale #nonseisola #rompiilsilenzio #denunciate #amoremalato #numeroverde #donnevittimediviolenza

Non è sempre facile identificare un caso di abuso psicologico. Esiste la convinzione che possono ferirci solo aggredendoci fisicamente. Il problema è che vi sono veri esperti nel fare male senza ricorrere agli schiaffi, alle spinte o avvalersi di un oggetto. Tuttavia, causano un danno uguale o maggiore di chi aggredisce fisicamente. -Il maltrattatore non accetta le differenze: Il suo è l’unico mondo possibile e non valorizza quello altrui. Nei suoi rapporti con il sesso opposto considera sempre inferiore l’altro. Sono casi di maschilismo o femminismo portati all'estremo. -2. Rigidità: Il maltrattatore pensa ed agisce come se fosse padrone della verità. Non bada affatto alle ragioni altrui. Tende ad imporre le sue idee senza dare importanza al contesto in cui si trova. Quando deve stabilire degli accordi non cede neanche un po’ perché crede che i suoi punti di vista debbano essere accettati. 3. Pensiero dicotomico: Per una persona con tale configurazione psicologica, esiste solo il bianco o il nero. Non ammette sfumature di nessun tipo. Ciò non le permette di saper perdonare, di tenere conto delle circostanze di chi si è potuto sbagliare o, semplicemente, di essere capace di riconoscere i suoi stessi errori. A questi soggetti cade a pennello la frase “dall'amore all'odio non c’è che un passo'. Concepiscono così la vita: come due estremi che, se si toccano, producono urti terribili. Per loro, le cose sono belle o brutte; esiste la verità o la bugia; si vince o si perde. Reagiscono in accordo dei principi con cui intendono la vita. 4. Ipersensibilità: Sono persone che hanno difficoltà a gestire le proprie emozioni. Quando falliscono, per loro non è facile ricominciare. Se, invece, trionfano, allora credono di poter toccare il cielo con le dita. Tutti gli eccessi fanno male, dice la saggezza popolare. Tuttavia, chi abusa psicologicamente vede di buon occhio l’estremismo e lo applica persino su se stesso. OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA! NUMERO VERDE: 800 148 724 FONTE: https://lamenteemeravigliosa.it/caratteristiche-abuso-psicologico/ #nonènormalechesianormale #nonseisola #rompiilsilenzio #denunciate #amoremalato #numeroverde #donnevittimediviolenza

#CodiceRosso visto da una #sopravvissutaalfemminicidio: “Ecco cosa manca a questa legge”
Abbiamo chiesto a una #vittima di tentato #femminicidio, #LidiaVivoli, i #pro e i #contro di Codice rosso, la nuova normativa in materia di #violenzasulledonne. “È un punto di partenza, ma da vittima dico che non basta inasprire le pene. Manca la vera messa in #sicurezza della #donna, che dopo la denuncia finisce nel tritacarne dei #servizisociali e delle #casefamiglia, mentre il #carnefice spesso resta ai #domiciliari, dove niente gli impedisce di continuare a #perseguitare la vittima. Non è così che ci salverete”. continua su: https://www.fanpage.it/attualita/codice-rosso-visto-da-una-sopravvissuta-al-femminicidio-ecco-cosa-manca-a-questa-legge/
http://www.fanpage.it/
#femminicidio #nonunainmeno #denunciate
#noipervoi_lgbt_friendlyy❤

#CodiceRosso visto da una #sopravvissutaalfemminicidio: “Ecco cosa manca a questa legge” Abbiamo chiesto a una #vittima di tentato #femminicidio, #LidiaVivoli, i #pro e i #contro di Codice rosso, la nuova normativa in materia di #violenzasulledonne. “È un punto di partenza, ma da vittima dico che non basta inasprire le pene. Manca la vera messa in #sicurezza della #donna, che dopo la denuncia finisce nel tritacarne dei #servizisociali e delle #casefamiglia, mentre il #carnefice spesso resta ai #domiciliari, dove niente gli impedisce di continuare a #perseguitare la vittima. Non è così che ci salverete”. continua su: https://www.fanpage.it/attualita/codice-rosso-visto-da-una-sopravvissuta-al-femminicidio-ecco-cosa-manca-a-questa-legge/ http://www.fanpage.it/ #femminicidio #nonunainmeno #denunciate #noipervoi_lgbt_friendlyy

A #Cisterna una '#scalinatadegliangeli' dedicata alle #vittimedifemminicidio
Sarà inaugurata #venerdì26luglio, alle 18.30, la  scalinata restaurata di Piazza degli Angeli nel centro di Cisterna. La scalinata era rimasta a lungo in stato di abbandono ed era danneggiata dall’usura del tempo e da ripetuti atti vandalici e per questo interdetta al passaggio per problemi di sicurezza.
Su incarico dell’assessorato ai Lavori pubblici, in meno di un mese, la ditta incaricata ha portato a termine l’intervento di riqualificazione con la completa sostituzione delle parti in travertino, il recupero dei mattoni originali e dei sampietrini.“ Potrebbe interessarti: https://www.latinatoday.it/cronaca/cisterna-scalinata-angeli-vittime-femminicidio.html
#femminicidio #nonunainmeno #denunciate
#noipervoi_lgbt_friendlyy❤

A #Cisterna una ' #scalinatadegliangeli' dedicata alle #vittimedifemminicidioSarà inaugurata #venerdì26luglio, alle 18.30, la  scalinata restaurata di Piazza degli Angeli nel centro di Cisterna. La scalinata era rimasta a lungo in stato di abbandono ed era danneggiata dall’usura del tempo e da ripetuti atti vandalici e per questo interdetta al passaggio per problemi di sicurezza. Su incarico dell’assessorato ai Lavori pubblici, in meno di un mese, la ditta incaricata ha portato a termine l’intervento di riqualificazione con la completa sostituzione delle parti in travertino, il recupero dei mattoni originali e dei sampietrini.“ Potrebbe interessarti: https://www.latinatoday.it/cronaca/cisterna-scalinata-angeli-vittime-femminicidio.html #femminicidio #nonunainmeno #denunciate #noipervoi_lgbt_friendlyy

Care donne BASTA 'scuse', BASTA 'rimandare', BASTA stare ad aspettare che lui magari può cambiare, BASTA dare 'ultimatum' che tanto non sanno rispettare, BASTA credere che in fondo questi uomini che vi picchiano vi amano, BASTA sopportare, BASTA darsi colpe e nascondere le prove, BASTA 'silenzio', BASTA perdonare.
Fonte: https://instforgram.com/p/Byndy4NITIM
NON SEI SOLA!
ROMPI IL SILENZIO!
Numero verde: 800 148 724
#denunciate #donne #violenzasulledonne #nonènormalechesianormale #nonseisola

Care donne BASTA 'scuse', BASTA 'rimandare', BASTA stare ad aspettare che lui magari può cambiare, BASTA dare 'ultimatum' che tanto non sanno rispettare, BASTA credere che in fondo questi uomini che vi picchiano vi amano, BASTA sopportare, BASTA darsi colpe e nascondere le prove, BASTA 'silenzio', BASTA perdonare. Fonte: https://instforgram.com/p/Byndy4NITIM NON SEI SOLA! ROMPI IL SILENZIO! Numero verde: 800 148 724 #denunciate #donne #violenzasulledonne #nonènormalechesianormale #nonseisola

NOI DICIANO NO ALLA VIOLENZA SULLE DONNE ... In qualità di amministratrici della nostra città, vogliamo lanciare un segnale forte a tutte le donne vittime di violenza sia fisica che psicologica : DENUNCIATE SEMPRE 👠 #noallaviolenzasulledonne #stoptheviolenceagainstwomen #stoptheviolence #donne #coraggio #denunciate #chivipicchianonviama #bastainsulti #bastaabusi #panchinarossa #sportelloaldamerini

NOI DICIANO NO ALLA VIOLENZA SULLE DONNE ... In qualità di amministratrici della nostra città, vogliamo lanciare un segnale forte a tutte le donne vittime di violenza sia fisica che psicologica : DENUNCIATE SEMPRE 👠 #noallaviolenzasulledonne #stoptheviolenceagainstwomen #stoptheviolence #donne #coraggio #denunciate #chivipicchianonviama #bastainsulti #bastaabusi #panchinarossa #sportelloaldamerini

Un pensiero comune è che gli stupri siano per lo più commessi da estranei. Ma in effetti, la maggior parte degli stupri sono commessi da qualcuno conosciuto dalla vittima. Possono essere amici, colleghi, familiari, partner o ex-partner. Il luogo comune che sostiene il “mito straniero” fa passare un messaggio sbagliato e cioè che una violenza sessuale commessa da qualcuno noto alla vittima non sia stupro.
Da un’indagine del 2016 a un’indagine del 2016 sugli atteggiamenti nei confronti della violenza di genere nell’UE è emerso un dato allarmante: l’11% degli intervistati ha espresso il parere che fare violenza a una persona conosciuta non dovrebbe essere illegale.
Fonte: https://lamenteemeravigliosa.it/stare-non-possesso-non-amore/
NON SEI SOLA!
ROMPI IL SILENZIO!
NUMERO VERDE: 800 148 724
#violenzasulledonne #denunciate #nonseisola #rompiilsilenzio #nonènormalechesianormale

Un pensiero comune è che gli stupri siano per lo più commessi da estranei. Ma in effetti, la maggior parte degli stupri sono commessi da qualcuno conosciuto dalla vittima. Possono essere amici, colleghi, familiari, partner o ex-partner. Il luogo comune che sostiene il “mito straniero” fa passare un messaggio sbagliato e cioè che una violenza sessuale commessa da qualcuno noto alla vittima non sia stupro. Da un’indagine del 2016 a un’indagine del 2016 sugli atteggiamenti nei confronti della violenza di genere nell’UE è emerso un dato allarmante: l’11% degli intervistati ha espresso il parere che fare violenza a una persona conosciuta non dovrebbe essere illegale. Fonte: https://lamenteemeravigliosa.it/stare-non-possesso-non-amore/ NON SEI SOLA! ROMPI IL SILENZIO! NUMERO VERDE: 800 148 724 #violenzasulledonne #denunciate #nonseisola #rompiilsilenzio #nonènormalechesianormale

Love is not possession!
L'Amore non è possesso.
All’inizio possiamo pensare che stare con qualcuno e possederlo siano correlati tra loro; in realtà, c’è un vero e proprio abisso tra questi due concetti. Stare con qualcuno non implica assolutamente il possesso, dovete ricordarlo sempre.
L’amore non è una gabbia, è lasciar essere, senza possedere.
ROMPI IL SILENZIO!
NON SEI SOLA!
https://lamenteemeravigliosa.it/stare-non-possesso-non-amore/
Numero verde: 800 148 724
#denunciate #donne #violenzasulledonne #nonènormalechesianormale #rompiilsilenzio #nonseisola

Love is not possession! L'Amore non è possesso. All’inizio possiamo pensare che stare con qualcuno e possederlo siano correlati tra loro; in realtà, c’è un vero e proprio abisso tra questi due concetti. Stare con qualcuno non implica assolutamente il possesso, dovete ricordarlo sempre. L’amore non è una gabbia, è lasciar essere, senza possedere. ROMPI IL SILENZIO! NON SEI SOLA! https://lamenteemeravigliosa.it/stare-non-possesso-non-amore/ Numero verde: 800 148 724 #denunciate #donne #violenzasulledonne #nonènormalechesianormale #rompiilsilenzio #nonseisola

Per qualsiasi informazione, supporto e assistenza puoi trovarci ogni lunedì a San Sebastiano dalle 14.30 alle 17.30, oppure a San Giorgio il mercoledì ed il venerdì dalle 13.30 alle 16.30.
ROMPI IL SILENZIO,
DICIAMO NO ALLA VIOLENZA
Numero verde 800 148 724
#nonseisola #nonènormalechesianormale #rompiilsilenzio #denunciate #numeroverde

Per qualsiasi informazione, supporto e assistenza puoi trovarci ogni lunedì a San Sebastiano dalle 14.30 alle 17.30, oppure a San Giorgio il mercoledì ed il venerdì dalle 13.30 alle 16.30. ROMPI IL SILENZIO, DICIAMO NO ALLA VIOLENZA Numero verde 800 148 724 #nonseisola #nonènormalechesianormale #rompiilsilenzio #denunciate #numeroverde

«Chiunque, con violenza o minaccia o mediante abuso di autorità costringe taluno a compiere o subire atti sessuali è punito con la reclusione da cinque a dieci anni. Alla stessa pena soggiace chi induce taluno a compiere o subire atti sessuali:
abusando delle condizioni di inferiorità fisica o psichica della persona offesa al momento del fatto;
traendo in inganno la persona offesa per essersi il colpevole sostituito ad altra persona». Numero verde: 800 148 724
Fonte: https://it.m.wikipedia.org/wiki/Violenza_sessuale_(ordinamento_penale_italiano)
#nonseisola #rompiilsilenzio #denunciate #donne #amoremalato

«Chiunque, con violenza o minaccia o mediante abuso di autorità costringe taluno a compiere o subire atti sessuali è punito con la reclusione da cinque a dieci anni. Alla stessa pena soggiace chi induce taluno a compiere o subire atti sessuali: abusando delle condizioni di inferiorità fisica o psichica della persona offesa al momento del fatto; traendo in inganno la persona offesa per essersi il colpevole sostituito ad altra persona». Numero verde: 800 148 724 Fonte: https://it.m.wikipedia.org/wiki/Violenza_sessuale_(ordinamento_penale_italiano) #nonseisola #rompiilsilenzio #denunciate #donne #amoremalato

Le donne uccise dalla violenza di genere spesso hanno subìto angherie, abusi, minacce e botte per lungo tempo prima che il loro carnefice si trasformasse in assassino. E dunque le cronache dei femminicidi sono soltanto la conclusione terribile di un calvario durato mesi o addirittura anni. In questo senso la prevenzione della violenza domestica è fondamentale, ma l'ostacolo a volte sono le stesse vittime che tardano a capire che quella relazione, quell'uomo, quell'amore stanno diventando un inferno.
OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA!
Numero verde: 800 148 724
Fonte: https://m.huffingtonpost.it/2012/11/23/vittima-di-violenza-test_n_2176710.html
#nonènormalechesianormale #rompiilsilenzio #denunciate #amoremalato #nonseisola

Le donne uccise dalla violenza di genere spesso hanno subìto angherie, abusi, minacce e botte per lungo tempo prima che il loro carnefice si trasformasse in assassino. E dunque le cronache dei femminicidi sono soltanto la conclusione terribile di un calvario durato mesi o addirittura anni. In questo senso la prevenzione della violenza domestica è fondamentale, ma l'ostacolo a volte sono le stesse vittime che tardano a capire che quella relazione, quell'uomo, quell'amore stanno diventando un inferno. OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA! Numero verde: 800 148 724 Fonte: https://m.huffingtonpost.it/2012/11/23/vittima-di-violenza-test_n_2176710.html #nonènormalechesianormale #rompiilsilenzio #denunciate #amoremalato #nonseisola

L’Indagine sulla sicurezza dei cittadini 2016 ha permesso di stimare il numero delle donne che, nel corso della loro vita e nei tre anni precedenti all’indagine, sono state vittime di un’altra forma specifica della violenza di genere: le molestie e i ricatti sessuali in ambito lavorativo. Vengono comprese le molestie sessuali con contatto fisico – colleghi, superiori o altre persone che sul posto di lavoro hanno tentato di toccarle, accarezzarle, baciarle contro la loro volontà – fino al tentativo di utilizzare il corpo della donna come merce di scambio, con la richiesta di prestazioni o rapporti sessuali o di una disponibilità sessuale in cambio della concessione di un posto di lavoro o di un avanzamento. Sono un milione 404 mila le donne che nel corso della loro vita lavorativa hanno subito molestie fisiche o ricatti sessuali sul posto di lavoro. Rappresentano l’8,9% per cento delle lavoratrici attuali o passate, incluse le donne in cerca di occupazione. Nei tre anni precedenti all’indagine, ovvero fra il 2013 e il 2016, hanno subito questi episodi oltre 425 mila donne (il 2,7%).
La percentuale di coloro che hanno subito molestie o ricatti sessuali sul lavoro negli ultimi tre anni è maggiore della media del 2,7% tra le donne da 25 a 34 anni (3,1%) e fra le 35-44enni (3,3%) (Grafico 1). OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA!
Numero verde: 800 148 724
Fonte: http://www.nuovomaschile.org/risorse-ed-eventi/articoli/cose-la-violenza/violenza-sessuale/
#nonseisola #rompiilsilenzio #nonènormalechesianormale #denunciate

L’Indagine sulla sicurezza dei cittadini 2016 ha permesso di stimare il numero delle donne che, nel corso della loro vita e nei tre anni precedenti all’indagine, sono state vittime di un’altra forma specifica della violenza di genere: le molestie e i ricatti sessuali in ambito lavorativo. Vengono comprese le molestie sessuali con contatto fisico – colleghi, superiori o altre persone che sul posto di lavoro hanno tentato di toccarle, accarezzarle, baciarle contro la loro volontà – fino al tentativo di utilizzare il corpo della donna come merce di scambio, con la richiesta di prestazioni o rapporti sessuali o di una disponibilità sessuale in cambio della concessione di un posto di lavoro o di un avanzamento. Sono un milione 404 mila le donne che nel corso della loro vita lavorativa hanno subito molestie fisiche o ricatti sessuali sul posto di lavoro. Rappresentano l’8,9% per cento delle lavoratrici attuali o passate, incluse le donne in cerca di occupazione. Nei tre anni precedenti all’indagine, ovvero fra il 2013 e il 2016, hanno subito questi episodi oltre 425 mila donne (il 2,7%). La percentuale di coloro che hanno subito molestie o ricatti sessuali sul lavoro negli ultimi tre anni è maggiore della media del 2,7% tra le donne da 25 a 34 anni (3,1%) e fra le 35-44enni (3,3%) (Grafico 1). OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA! Numero verde: 800 148 724 Fonte: http://www.nuovomaschile.org/risorse-ed-eventi/articoli/cose-la-violenza/violenza-sessuale/ #nonseisola #rompiilsilenzio #nonènormalechesianormale #denunciate

Dallo #stalking al #revengeporn: grazie alla nuova legge, la #violenzasulledonne sarà combattuta attraverso una 'corsia preferenziale' con indagini più veloci.
Il #codicerosso🔴 è legge!
#nonunainmeno #denunciate #nonsietesole👠
#noipervoi_lgbt_friendlyy❤

Dallo #stalking al #revengeporn: grazie alla nuova legge, la #violenzasulledonne sarà combattuta attraverso una 'corsia preferenziale' con indagini più veloci. Il #codicerosso🔴 è legge! #nonunainmeno #denunciate #nonsietesole👠 #noipervoi_lgbt_friendlyy

Prevenire la violenza vuol dire combattere le sue radici culturali e le sue cause. Per questo sono essenziali le strategie politiche mirate all’educazione, alla sensibilizzazione, al riconoscimento e alla realizzazione delle pari opportunità in ogni ambito della vita pubblica e privata.
L’obiettivo è lavorare per combattere le discriminazioni e gli stereotipi legati ai ruoli di genere e al sessismo, che producono le condizioni contestuali favorevoli alla perpetuazione della violenza maschile contro le donne. In tal senso l’attenzione deve essere massima alle nuove generazioni e investire nella formazione.
Le azioni di prevenzione sostenute dal Dipartimento delle Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri attraverso il Quadro Strategico Nazionale riflettono pertanto l’esigenza di:
aumentare il livello di consapevolezza nella pubblica opinione sulle radici strutturali, sulle cause sulle conseguenze della violenza maschile sulle donne;
rafforzare il sistema scolastico migliorando la capacità operativa delle/gli insegnanti e del personale della scuola in merito a come intercettare, prevenire, far emergere e gestire situazioni di violenza, compresa la violenza assistita;
promuovere nell’offerta formativa della scuola l’educazione alla parità tra i sessi, per il superamento dei ruoli e degli stereotipi di genere, anche attraverso la revisione della didattica e dei libri di testo e la formazione del corpo docente di ogni ordine e grado;
formare le operatrici e gli operatori del settore pubblico e del privato sociale su fenomenologia, intercettazione, emersione, presa in carico, valutazione e gestione dei casi di violenza contro le donne inclusi quelli che riguardano le donne migranti, rifugiate e richiedenti asilo.
ROMPI IL SILENZIO!
Fonte: https://www.istat.it/it/violenza-sulle-donne/la-prevenzione
Numero verde: 800 148 724
#denunciate #donne #nonènormalechesianormale #amoremalato #violenzasulledonne

Prevenire la violenza vuol dire combattere le sue radici culturali e le sue cause. Per questo sono essenziali le strategie politiche mirate all’educazione, alla sensibilizzazione, al riconoscimento e alla realizzazione delle pari opportunità in ogni ambito della vita pubblica e privata. L’obiettivo è lavorare per combattere le discriminazioni e gli stereotipi legati ai ruoli di genere e al sessismo, che producono le condizioni contestuali favorevoli alla perpetuazione della violenza maschile contro le donne. In tal senso l’attenzione deve essere massima alle nuove generazioni e investire nella formazione. Le azioni di prevenzione sostenute dal Dipartimento delle Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri attraverso il Quadro Strategico Nazionale riflettono pertanto l’esigenza di: aumentare il livello di consapevolezza nella pubblica opinione sulle radici strutturali, sulle cause sulle conseguenze della violenza maschile sulle donne; rafforzare il sistema scolastico migliorando la capacità operativa delle/gli insegnanti e del personale della scuola in merito a come intercettare, prevenire, far emergere e gestire situazioni di violenza, compresa la violenza assistita; promuovere nell’offerta formativa della scuola l’educazione alla parità tra i sessi, per il superamento dei ruoli e degli stereotipi di genere, anche attraverso la revisione della didattica e dei libri di testo e la formazione del corpo docente di ogni ordine e grado; formare le operatrici e gli operatori del settore pubblico e del privato sociale su fenomenologia, intercettazione, emersione, presa in carico, valutazione e gestione dei casi di violenza contro le donne inclusi quelli che riguardano le donne migranti, rifugiate e richiedenti asilo. ROMPI IL SILENZIO! Fonte: https://www.istat.it/it/violenza-sulle-donne/la-prevenzione Numero verde: 800 148 724 #denunciate #donne #nonènormalechesianormale #amoremalato #violenzasulledonne

Se la maggior parte delle violenze da partner si verificano in casa, quelle da non partner avvengono, oltre che in casa, anche in strada, nei luoghi pubblici e sul lavoro.
L’autore della violenza era sotto l’effetto di alcool o sostanze stupefacenti nel 23,1% dei casi delle violenze da partner e nel 17,1% dei casi in cui si tratti di violenza da non partner. La quota delle non risposte è però elevata in questo secondo caso (13,5%). L’uso di armi durante l’episodio di violenza ha riguardato il 4,5% delle violenze da partner (il 7% circa in caso di violenza sessuale) e il 3,5% di quelle commesse da parte di altri uomini. Per queste ultime al contrario è più elevata la presenza di armi nelle circostanze della violenza fisica (7,4%). In circa la metà dei casi delle violenze da non partner era presente qualcun altro, quota che è più elevata nel caso delle molestie. Tuttavia nel 37,2% dei casi nessuno è intervenuto (41,2% in caso di stupro o tentato stupro), nel 33,2% nessuno se ne è accorto e nel 25,5% i presenti sono intervenuti inducendo un miglioramento della situazione.
DICIAMO NO ALLA VIOLENZA!!!
Numero verde: 800 148 724
Fonte: https://www.istat.it/it/violenza-sulle-donne/il-fenomeno/violenza-dentro-e-fuori-la-famiglia/dinamica-della-violenza
#nonènormalechesianormale #nonseisola #rompiilsilenzio #denunciate #violenzasulledonne

Se la maggior parte delle violenze da partner si verificano in casa, quelle da non partner avvengono, oltre che in casa, anche in strada, nei luoghi pubblici e sul lavoro. L’autore della violenza era sotto l’effetto di alcool o sostanze stupefacenti nel 23,1% dei casi delle violenze da partner e nel 17,1% dei casi in cui si tratti di violenza da non partner. La quota delle non risposte è però elevata in questo secondo caso (13,5%). L’uso di armi durante l’episodio di violenza ha riguardato il 4,5% delle violenze da partner (il 7% circa in caso di violenza sessuale) e il 3,5% di quelle commesse da parte di altri uomini. Per queste ultime al contrario è più elevata la presenza di armi nelle circostanze della violenza fisica (7,4%). In circa la metà dei casi delle violenze da non partner era presente qualcun altro, quota che è più elevata nel caso delle molestie. Tuttavia nel 37,2% dei casi nessuno è intervenuto (41,2% in caso di stupro o tentato stupro), nel 33,2% nessuno se ne è accorto e nel 25,5% i presenti sono intervenuti inducendo un miglioramento della situazione. DICIAMO NO ALLA VIOLENZA!!! Numero verde: 800 148 724 Fonte: https://www.istat.it/it/violenza-sulle-donne/il-fenomeno/violenza-dentro-e-fuori-la-famiglia/dinamica-della-violenza #nonènormalechesianormale #nonseisola #rompiilsilenzio #denunciate #violenzasulledonne

È difficile studiare il fenomeno della violenza sui minori per tutta una serie di ragioni. Comunque, ci sono cinque numeri che forniscono un quadro significativo della situazione:
Un quarto di tutti gli adulti, a livello globale, dichiara di aver subito abusi fisici quando erano bambino.
Una donna su 5 e un uomo su 13 dichiara di aver subito abusi sessuali da bambino. Da questo dato, si evince che donne, ragazze e bambine sono maggiormente esposte al rischio.
Ogni anno, circa 41mila bambini e ragazzi fino a 15 anni di età sono vittime di omicidio. Si tratta, però, di una cifra sottostimata: una cospicua percentuale di maltrattamenti è erroneamente attribuita a cadute, ustioni, annegamento e altre cause 'accidentali'.
Nel mondo, ci sono circa 76 milioni di bambini che lavorano. La metà di loro è impiegata in lavoro pericolosi, come in miniera e nel trasporto di carichi pesanti (secondo i dati dell'Organizzazione internazionale del lavoro).
Secondo le stime dell'Unicef, circa 120 milioni di ragazze, di età inferiore a 20 anni, sono stati vittime di sfruttamento sessuale. Thailandia, Nepal e Tanzania sono alcuni dei Paesi dove questo problema si manifesta nella sua forma più grave.
OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA!
Numero verde: 800 148 724
Fonte: https://adozioneadistanza.actionaid.it/diritti-bambini/abusi-violenza-minori.html
#nonseisola #rompiilsilenzio #denunciate #nonènormalechesianormale

È difficile studiare il fenomeno della violenza sui minori per tutta una serie di ragioni. Comunque, ci sono cinque numeri che forniscono un quadro significativo della situazione: Un quarto di tutti gli adulti, a livello globale, dichiara di aver subito abusi fisici quando erano bambino. Una donna su 5 e un uomo su 13 dichiara di aver subito abusi sessuali da bambino. Da questo dato, si evince che donne, ragazze e bambine sono maggiormente esposte al rischio. Ogni anno, circa 41mila bambini e ragazzi fino a 15 anni di età sono vittime di omicidio. Si tratta, però, di una cifra sottostimata: una cospicua percentuale di maltrattamenti è erroneamente attribuita a cadute, ustioni, annegamento e altre cause 'accidentali'. Nel mondo, ci sono circa 76 milioni di bambini che lavorano. La metà di loro è impiegata in lavoro pericolosi, come in miniera e nel trasporto di carichi pesanti (secondo i dati dell'Organizzazione internazionale del lavoro). Secondo le stime dell'Unicef, circa 120 milioni di ragazze, di età inferiore a 20 anni, sono stati vittime di sfruttamento sessuale. Thailandia, Nepal e Tanzania sono alcuni dei Paesi dove questo problema si manifesta nella sua forma più grave. OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA! Numero verde: 800 148 724 Fonte: https://adozioneadistanza.actionaid.it/diritti-bambini/abusi-violenza-minori.html #nonseisola #rompiilsilenzio #denunciate #nonènormalechesianormale

La violenza contro le donne è un fenomeno diffuso a livello mondiale la cui gravità ed entità sono ancora difficili da valutare. Negli ultimi decenni, grazie all’azione incessante dei movimenti delle donne, si è potuto affrontare tale fenomeno ampliando ad ogni livello approfondimenti e ricerche, oltre che azioni di sostegno e protezione concreta alle donne che subiscono ogni forma di violenza.
La violenza maschile sulle donne è nata e può continuare a vivere solo se sostenuta da una concezione patriarcale della società, in cui i ruoli di uomini e donne sono definiti a priori e dove gli uomini esercitano sulle donne il loro potere e la loro supremazia.
I Comuni, le Città Metropolitane, le Regioni si fanno carico di dare risposte concrete per agire a tutela delle donne sul piano della prevenzione e protezione, mentre il tema della punizione è affidato ad altre autorità.
Difendiamo e promuoviamo i diritti umani, contrastando l’esclusione sociale, specialmente di donne e migranti vittime di violenza!
Numero verde: 800 148 724
Fonte: http://www.iperbole.bologna.it/sportellosociale/servizi/675/70859/
#nonseisola #rompiilsilenzio #donne #denunciate #nonènormalechesianormale

La violenza contro le donne è un fenomeno diffuso a livello mondiale la cui gravità ed entità sono ancora difficili da valutare. Negli ultimi decenni, grazie all’azione incessante dei movimenti delle donne, si è potuto affrontare tale fenomeno ampliando ad ogni livello approfondimenti e ricerche, oltre che azioni di sostegno e protezione concreta alle donne che subiscono ogni forma di violenza. La violenza maschile sulle donne è nata e può continuare a vivere solo se sostenuta da una concezione patriarcale della società, in cui i ruoli di uomini e donne sono definiti a priori e dove gli uomini esercitano sulle donne il loro potere e la loro supremazia. I Comuni, le Città Metropolitane, le Regioni si fanno carico di dare risposte concrete per agire a tutela delle donne sul piano della prevenzione e protezione, mentre il tema della punizione è affidato ad altre autorità. Difendiamo e promuoviamo i diritti umani, contrastando l’esclusione sociale, specialmente di donne e migranti vittime di violenza! Numero verde: 800 148 724 Fonte: http://www.iperbole.bologna.it/sportellosociale/servizi/675/70859/ #nonseisola #rompiilsilenzio #donne #denunciate #nonènormalechesianormale

E' necessario rafforzare i servizi a supporto delle donne vittime di violenza in Europa, con particolare attenzione a quelli promossi dai centri antiviolenza a favore dell’indipendenza economica. La violenza e la paura della violenza limitano infatti la mobilità delle donne e il loro accesso alle opportunità di formazione e lavoro, al tempo libero e alla partecipazione alla vita sociale e politica delle loro comunità.
Altrettanto importante è il lavoro di prevenzione. Per superare gli stereotipi di genere che danno origine alla violenza ed educare i futuri adulti fin dalla scuola primaria. Di fatti è importante offrire ai giovani studenti spunti di lavoro e riflessione utili a contrastare i meccanismi che possono dare origine a fenomeni di bullismo o di violenza di genere, favorendo l’accettazione delle diversità e l’integrazione.
Bisogna lottare contro pratiche tradizionali come i matrimoni forzati e precoci e le mutilazioni genitali femminili che si stanno diffondendo sempre di più anche in Europa tra le comunità di migranti originarie di paesi dove vengono culturalmente praticate, e di accrescere la consapevolezza tra i politici e le istituzioni del rischio esistente.
OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA!
NUMERO VERDE: 800 148 724
Fonte: https://www.actionaid.it/informati/press-area/combattere-la-violenza-sulle-donne-non-bastano-le-campagne-sensibilizzazione
#nonènormalechesianormale #donnevittimediviolenza #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola

E' necessario rafforzare i servizi a supporto delle donne vittime di violenza in Europa, con particolare attenzione a quelli promossi dai centri antiviolenza a favore dell’indipendenza economica. La violenza e la paura della violenza limitano infatti la mobilità delle donne e il loro accesso alle opportunità di formazione e lavoro, al tempo libero e alla partecipazione alla vita sociale e politica delle loro comunità. Altrettanto importante è il lavoro di prevenzione. Per superare gli stereotipi di genere che danno origine alla violenza ed educare i futuri adulti fin dalla scuola primaria. Di fatti è importante offrire ai giovani studenti spunti di lavoro e riflessione utili a contrastare i meccanismi che possono dare origine a fenomeni di bullismo o di violenza di genere, favorendo l’accettazione delle diversità e l’integrazione. Bisogna lottare contro pratiche tradizionali come i matrimoni forzati e precoci e le mutilazioni genitali femminili che si stanno diffondendo sempre di più anche in Europa tra le comunità di migranti originarie di paesi dove vengono culturalmente praticate, e di accrescere la consapevolezza tra i politici e le istituzioni del rischio esistente. OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA! NUMERO VERDE: 800 148 724 Fonte: https://www.actionaid.it/informati/press-area/combattere-la-violenza-sulle-donne-non-bastano-le-campagne-sensibilizzazione #nonènormalechesianormale #donnevittimediviolenza #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola

E anche oggi mi hanno dato il buongiorno sconosciuti, ignoranti e cani col megafono.
E il 112 che dopo avermi ascoltata e avermi chiesto il mio nome mi ha chiuso il telefono in faccia, merita l'oscar come servizio più inutile di sempre.
Oh, ma belle le pubblicità sullo #stalking e i vari #denunciate
Dovrebbero anche aggiungere che tanto non vi ascolteranno.
Io non sono la donna di nessuno e questo degradarmi e non ascoltarmi della polizia è davvero schifoso.

E anche oggi mi hanno dato il buongiorno sconosciuti, ignoranti e cani col megafono. E il 112 che dopo avermi ascoltata e avermi chiesto il mio nome mi ha chiuso il telefono in faccia, merita l'oscar come servizio più inutile di sempre. Oh, ma belle le pubblicità sullo #stalking e i vari #denunciateDovrebbero anche aggiungere che tanto non vi ascolteranno. Io non sono la donna di nessuno e questo degradarmi e non ascoltarmi della polizia è davvero schifoso.

E' necessario mettere in campo molteplici interventi finalizzati a contrastare la cultura della violenza volti a tutelare le vittime di maltrattamenti e violenza domestica; Ciò può concretizzarsi stanziando delle risorse per finanziare un Piano d'azione antiviolenza ed una rete di case-rifugio.
Sui territori bisogna promuovere, dove emergono i bisogni e le esigenze, iniziative di informazione e sensibilizzazione per combattere sul nascere la violenza di genere: formazione nelle scuole, corsi di formazione per gli operatori delle strutture sociosanitarie, per migliorare la prima accoglienza, forme di collaborazione con gli enti locali e le associazioni per potenziare l'accoglienza e il sostegno alle vittime, task force e gruppi di lavoro per pianificare le iniziative e divulgare le best practice.
OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA!
Numero verde: 800 148 724
Fonte: http://www.interno.gov.it/it/temi/sicurezza/violenza-genere #
#denunciate #donne #stopallaviolenzasulledonne #rompiilsilenzio

E' necessario mettere in campo molteplici interventi finalizzati a contrastare la cultura della violenza volti a tutelare le vittime di maltrattamenti e violenza domestica; Ciò può concretizzarsi stanziando delle risorse per finanziare un Piano d'azione antiviolenza ed una rete di case-rifugio. Sui territori bisogna promuovere, dove emergono i bisogni e le esigenze, iniziative di informazione e sensibilizzazione per combattere sul nascere la violenza di genere: formazione nelle scuole, corsi di formazione per gli operatori delle strutture sociosanitarie, per migliorare la prima accoglienza, forme di collaborazione con gli enti locali e le associazioni per potenziare l'accoglienza e il sostegno alle vittime, task force e gruppi di lavoro per pianificare le iniziative e divulgare le best practice. OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA! Numero verde: 800 148 724 Fonte: http://www.interno.gov.it/it/temi/sicurezza/violenza-genere # #denunciate #donne #stopallaviolenzasulledonne #rompiilsilenzio

Buongiorno stanotte non ho dormito per nulla la mia mente si poneva e riponeva la stessa domanda :com'é possibile abbandonare un animaletto dolce e coccoloso sul ciglio della strada, disfarsene come se fosse un sacco di spazzatura, un oggetto....? Non ho trovato risposta o giustificazione perché non c'è ne sono assolutamente.... Era malnutrito disorientato e sporco, aveva bisogno di tanto affetto e coccole....Purtroppo  ci sono persone senza cuore che li abbandonano senza nemmeno un rimorso e ripensamento ma esistono persone dal cuore immenso che hanno tanto amore da dare.... Il mio piccolo amico a 4 zampe ha trovato finalmente una nuova casa.... Non vi nego che ho pianto dalla gioia... Questi piccoli animaletti ti migliorano la giornata la VITA.....In pochissime ore passate assieme mi ha regalato un'amore immenso.... DENUNCIATE CHI ABBANDONA GLI ANIMALI
#manchi#nuovacasa#amore#rispetto#fedeltâ#dog#stop#denunciate#sensibilizziamoci#

Buongiorno stanotte non ho dormito per nulla la mia mente si poneva e riponeva la stessa domanda :com'é possibile abbandonare un animaletto dolce e coccoloso sul ciglio della strada, disfarsene come se fosse un sacco di spazzatura, un oggetto....? Non ho trovato risposta o giustificazione perché non c'è ne sono assolutamente.... Era malnutrito disorientato e sporco, aveva bisogno di tanto affetto e coccole....Purtroppo  ci sono persone senza cuore che li abbandonano senza nemmeno un rimorso e ripensamento ma esistono persone dal cuore immenso che hanno tanto amore da dare.... Il mio piccolo amico a 4 zampe ha trovato finalmente una nuova casa.... Non vi nego che ho pianto dalla gioia... Questi piccoli animaletti ti migliorano la giornata la VITA.....In pochissime ore passate assieme mi ha regalato un'amore immenso.... DENUNCIATE CHI ABBANDONA GLI ANIMALI #manchi #nuovacasa #amore #rispetto #fedeltâ #dog #stop #denunciate #sensibilizziamoci#

In Italia la quota di donne migranti che dichiara di aver subito violenza fisica o sessuale è pressoché identica a quella delle donne italiane (31,3% contro 31,5%) ma, come precisa la Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio e ogni forma di violenza di genere nella relazione approvata il 6 febbraio 2018, le forme di violenza cui le migranti sono esposte sono molto gravi e si registrano sia all'interno di relazioni instaurate nel paese di origine (68,5%) che nel contesto delle relazioni in Italia (19,4%).
In adesione all’analisi prodotta in sede internazionale dal movimento delle donne, la Commissione parlamentare d'inchiesta sul femminicidio ha incluso tra le forme di violenza di genere anche la tratta di esseri umani con finalità di sfruttamento sessuale che riguarda un’altissima percentuale di giovani donne e minori straniere. Tuttavia, le peculiarità della condizione delle donne migranti e il peso che le norme in materia di immigrazione hanno sul loro percorso di uscita dalla situazione di violenza avrebbe richiesto da parte della Commissione un focus più ampio e articolato nonché l’individuazione di rimedi specifici per contrastare le cattive prassi esistenti sul territorio e che minano l’effettività del loro accesso alla giustizia.
OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA!
NUMERO VERDE: 800 148 724
Fonte: http://www.ingenere.it/articoli/uscire-violenza-per-donne-migranti-piu-difficile
#denunciate #donne #vittimediviolenza #rompiilsilenzio #nonseisola

In Italia la quota di donne migranti che dichiara di aver subito violenza fisica o sessuale è pressoché identica a quella delle donne italiane (31,3% contro 31,5%) ma, come precisa la Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio e ogni forma di violenza di genere nella relazione approvata il 6 febbraio 2018, le forme di violenza cui le migranti sono esposte sono molto gravi e si registrano sia all'interno di relazioni instaurate nel paese di origine (68,5%) che nel contesto delle relazioni in Italia (19,4%). In adesione all’analisi prodotta in sede internazionale dal movimento delle donne, la Commissione parlamentare d'inchiesta sul femminicidio ha incluso tra le forme di violenza di genere anche la tratta di esseri umani con finalità di sfruttamento sessuale che riguarda un’altissima percentuale di giovani donne e minori straniere. Tuttavia, le peculiarità della condizione delle donne migranti e il peso che le norme in materia di immigrazione hanno sul loro percorso di uscita dalla situazione di violenza avrebbe richiesto da parte della Commissione un focus più ampio e articolato nonché l’individuazione di rimedi specifici per contrastare le cattive prassi esistenti sul territorio e che minano l’effettività del loro accesso alla giustizia. OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA! NUMERO VERDE: 800 148 724 Fonte: http://www.ingenere.it/articoli/uscire-violenza-per-donne-migranti-piu-difficile #denunciate #donne #vittimediviolenza #rompiilsilenzio #nonseisola

Bastardiii😡😡😡😥😥😥
#Repost @4_zampe_da_salvare
• • • • • •
#Repost @valentinabianchi83
• • • • • •
#sietedeimaledetti #nonlasciateicaniinmacchina
#denunciate #puppydog
VORREI NON FOSSE VERO......
VORREI .....
LEGGETE:
PROVINCIA DI LATINA.
San Felice Circeo . Domenica 7 luglio. Ore 14.15
Un ragazzo entra nel parcheggio di uno stabilimento e sente dei lamenti, inizialmente crede sia un gatto ma poi si accorge che provengono da una macchina, precisamente dal bagagliaio di una merda di macchina.
Si avvisa immediatamente il personale del lido e prontamente il vetro viene spaccato!
Dentro c’era lui, praticamente morto, lasciato chiuso volontariamente con una temperatura di 50 gradi minimo, da una famiglia che si trovava beatamente in spiaggia a divertirsi.
La fortuna ha voluto che fosse presente una veterinaria di zona, che ha prima rianimato il cucciolo e poi l’ha portato d’urgenza in clinica!
Prognosi di una settimana sperando che si salvi 😔
È stata sporta regolare denuncia ai carabinieri arrivati sul posto.
Ps - la foto è stata fatta solo per avere delle prove fotografiche.
La targa che si vede sullo sfondo non è quella della macchina in questione!! ❤IL CUCCIOLO È SALVO.
Verrà adottato da chi l’ha recuperato e si chiamerà SINCRO !!❤ https://roma.repubblica.it/cronaca/2019/07/08/news/san_felice_circeo_cane_lasciato_in_macchina_sotto_il_sole-230709454/

Bastardiii😡😡😡😥😥😥 #Repost @4_zampe_da_salvare • • • • • • #Repost @valentinabianchi83 • • • • • • #sietedeimaledetti #nonlasciateicaniinmacchina #denunciate #puppydogVORREI NON FOSSE VERO...... VORREI ..... LEGGETE: PROVINCIA DI LATINA. San Felice Circeo . Domenica 7 luglio. Ore 14.15 Un ragazzo entra nel parcheggio di uno stabilimento e sente dei lamenti, inizialmente crede sia un gatto ma poi si accorge che provengono da una macchina, precisamente dal bagagliaio di una merda di macchina. Si avvisa immediatamente il personale del lido e prontamente il vetro viene spaccato! Dentro c’era lui, praticamente morto, lasciato chiuso volontariamente con una temperatura di 50 gradi minimo, da una famiglia che si trovava beatamente in spiaggia a divertirsi. La fortuna ha voluto che fosse presente una veterinaria di zona, che ha prima rianimato il cucciolo e poi l’ha portato d’urgenza in clinica! Prognosi di una settimana sperando che si salvi 😔 È stata sporta regolare denuncia ai carabinieri arrivati sul posto. Ps - la foto è stata fatta solo per avere delle prove fotografiche. La targa che si vede sullo sfondo non è quella della macchina in questione!! ❤IL CUCCIOLO È SALVO. Verrà adottato da chi l’ha recuperato e si chiamerà SINCRO !!❤ https://roma.repubblica.it/cronaca/2019/07/08/news/san_felice_circeo_cane_lasciato_in_macchina_sotto_il_sole-230709454/

#Repost @emanului with @get_repost
・・・
Reposted from @valentinabianchi83 - #sietedeimaledetti #nonlasciateicaniinmacchina
#denunciate #puppydog
VORREI NON FOSSE VERO......
VORREI .....
LEGGETE:
PROVINCIA DI LATINA.
San Felice Circeo . Domenica 7 luglio. Ore 14.15
Un ragazzo entra nel parcheggio di uno stabilimento e sente dei lamenti, inizialmente crede sia un gatto ma poi si accorge che provengono da una macchina, precisamente dal bagagliaio di una merda di macchina.
Si avvisa immediatamente il personale del lido e prontamente il vetro viene spaccato!
Dentro c’era lui, praticamente morto, lasciato chiuso volontariamente con una temperatura di 50 gradi minimo, da una famiglia che si trovava beatamente in spiaggia a divertirsi.
La fortuna ha voluto che fosse presente una veterinaria di zona, che ha prima rianimato il cucciolo e poi l’ha portato d’urgenza in clinica!
Prognosi di una settimana sperando che si salvi 😔
È stata sporta regolare denuncia ai carabinieri arrivati sul posto.
Ps - la foto è stata fatta solo per avere delle prove fotografiche.
La targa che si vede sullo sfondo non è quella della macchina in questione!! ❤IL CUCCIOLO È SALVO.
Verrà adottato da chi l’ha recuperato e si chiamerà SINCRO !!❤ https://roma.repubblica.it/cronaca/2019/07/08/news/san_felice_circeo_cane_lasciato_in_macchina_sotto_il_sole-230709454/ - #regrann

#Repost @emanului with @get_repost ・・・ Reposted from @valentinabianchi83 - #sietedeimaledetti #nonlasciateicaniinmacchina #denunciate #puppydogVORREI NON FOSSE VERO...... VORREI ..... LEGGETE: PROVINCIA DI LATINA. San Felice Circeo . Domenica 7 luglio. Ore 14.15 Un ragazzo entra nel parcheggio di uno stabilimento e sente dei lamenti, inizialmente crede sia un gatto ma poi si accorge che provengono da una macchina, precisamente dal bagagliaio di una merda di macchina. Si avvisa immediatamente il personale del lido e prontamente il vetro viene spaccato! Dentro c’era lui, praticamente morto, lasciato chiuso volontariamente con una temperatura di 50 gradi minimo, da una famiglia che si trovava beatamente in spiaggia a divertirsi. La fortuna ha voluto che fosse presente una veterinaria di zona, che ha prima rianimato il cucciolo e poi l’ha portato d’urgenza in clinica! Prognosi di una settimana sperando che si salvi 😔 È stata sporta regolare denuncia ai carabinieri arrivati sul posto. Ps - la foto è stata fatta solo per avere delle prove fotografiche. La targa che si vede sullo sfondo non è quella della macchina in questione!! ❤IL CUCCIOLO È SALVO. Verrà adottato da chi l’ha recuperato e si chiamerà SINCRO !!❤ https://roma.repubblica.it/cronaca/2019/07/08/news/san_felice_circeo_cane_lasciato_in_macchina_sotto_il_sole-230709454/ - #regrann

Reposted from @valentinabianchi83 - #sietedeimaledetti #nonlasciateicaniinmacchina
#denunciate #puppydog
VORREI NON FOSSE VERO......
VORREI .....
LEGGETE:
PROVINCIA DI LATINA.
San Felice Circeo . Domenica 7 luglio. Ore 14.15
Un ragazzo entra nel parcheggio di uno stabilimento e sente dei lamenti, inizialmente crede sia un gatto ma poi si accorge che provengono da una macchina, precisamente dal bagagliaio di una merda di macchina.
Si avvisa immediatamente il personale del lido e prontamente il vetro viene spaccato!
Dentro c’era lui, praticamente morto, lasciato chiuso volontariamente con una temperatura di 50 gradi minimo, da una famiglia che si trovava beatamente in spiaggia a divertirsi.
La fortuna ha voluto che fosse presente una veterinaria di zona, che ha prima rianimato il cucciolo e poi l’ha portato d’urgenza in clinica!
Prognosi di una settimana sperando che si salvi 😔
È stata sporta regolare denuncia ai carabinieri arrivati sul posto.
Ps - la foto è stata fatta solo per avere delle prove fotografiche.
La targa che si vede sullo sfondo non è quella della macchina in questione!! ❤IL CUCCIOLO È SALVO.
Verrà adottato da chi l’ha recuperato e si chiamerà SINCRO !!❤ https://roma.repubblica.it/cronaca/2019/07/08/news/san_felice_circeo_cane_lasciato_in_macchina_sotto_il_sole-230709454/ - #regrann

Reposted from @valentinabianchi83 - #sietedeimaledetti #nonlasciateicaniinmacchina #denunciate #puppydogVORREI NON FOSSE VERO...... VORREI ..... LEGGETE: PROVINCIA DI LATINA. San Felice Circeo . Domenica 7 luglio. Ore 14.15 Un ragazzo entra nel parcheggio di uno stabilimento e sente dei lamenti, inizialmente crede sia un gatto ma poi si accorge che provengono da una macchina, precisamente dal bagagliaio di una merda di macchina. Si avvisa immediatamente il personale del lido e prontamente il vetro viene spaccato! Dentro c’era lui, praticamente morto, lasciato chiuso volontariamente con una temperatura di 50 gradi minimo, da una famiglia che si trovava beatamente in spiaggia a divertirsi. La fortuna ha voluto che fosse presente una veterinaria di zona, che ha prima rianimato il cucciolo e poi l’ha portato d’urgenza in clinica! Prognosi di una settimana sperando che si salvi 😔 È stata sporta regolare denuncia ai carabinieri arrivati sul posto. Ps - la foto è stata fatta solo per avere delle prove fotografiche. La targa che si vede sullo sfondo non è quella della macchina in questione!! ❤IL CUCCIOLO È SALVO. Verrà adottato da chi l’ha recuperato e si chiamerà SINCRO !!❤ https://roma.repubblica.it/cronaca/2019/07/08/news/san_felice_circeo_cane_lasciato_in_macchina_sotto_il_sole-230709454/ - #regrann

#Repost @valentinabianchi83
• • • • • •
#sietedeimaledetti #nonlasciateicaniinmacchina
#denunciate #puppydog
VORREI NON FOSSE VERO......
VORREI .....
LEGGETE:
PROVINCIA DI LATINA.
San Felice Circeo . Domenica 7 luglio. Ore 14.15
Un ragazzo entra nel parcheggio di uno stabilimento e sente dei lamenti, inizialmente crede sia un gatto ma poi si accorge che provengono da una macchina, precisamente dal bagagliaio di una merda di macchina.
Si avvisa immediatamente il personale del lido e prontamente il vetro viene spaccato!
Dentro c’era lui, praticamente morto, lasciato chiuso volontariamente con una temperatura di 50 gradi minimo, da una famiglia che si trovava beatamente in spiaggia a divertirsi.
La fortuna ha voluto che fosse presente una veterinaria di zona, che ha prima rianimato il cucciolo e poi l’ha portato d’urgenza in clinica!
Prognosi di una settimana sperando che si salvi 😔
È stata sporta regolare denuncia ai carabinieri arrivati sul posto.
Ps - la foto è stata fatta solo per avere delle prove fotografiche.
La targa che si vede sullo sfondo non è quella della macchina in questione!! ❤IL CUCCIOLO È SALVO.
Verrà adottato da chi l’ha recuperato e si chiamerà SINCRO !!❤ https://roma.repubblica.it/cronaca/2019/07/08/news/san_felice_circeo_cane_lasciato_in_macchina_sotto_il_sole-230709454/

#Repost @valentinabianchi83 • • • • • • #sietedeimaledetti #nonlasciateicaniinmacchina #denunciate #puppydogVORREI NON FOSSE VERO...... VORREI ..... LEGGETE: PROVINCIA DI LATINA. San Felice Circeo . Domenica 7 luglio. Ore 14.15 Un ragazzo entra nel parcheggio di uno stabilimento e sente dei lamenti, inizialmente crede sia un gatto ma poi si accorge che provengono da una macchina, precisamente dal bagagliaio di una merda di macchina. Si avvisa immediatamente il personale del lido e prontamente il vetro viene spaccato! Dentro c’era lui, praticamente morto, lasciato chiuso volontariamente con una temperatura di 50 gradi minimo, da una famiglia che si trovava beatamente in spiaggia a divertirsi. La fortuna ha voluto che fosse presente una veterinaria di zona, che ha prima rianimato il cucciolo e poi l’ha portato d’urgenza in clinica! Prognosi di una settimana sperando che si salvi 😔 È stata sporta regolare denuncia ai carabinieri arrivati sul posto. Ps - la foto è stata fatta solo per avere delle prove fotografiche. La targa che si vede sullo sfondo non è quella della macchina in questione!! ❤IL CUCCIOLO È SALVO. Verrà adottato da chi l’ha recuperato e si chiamerà SINCRO !!❤ https://roma.repubblica.it/cronaca/2019/07/08/news/san_felice_circeo_cane_lasciato_in_macchina_sotto_il_sole-230709454/

#sietedeimaledetti #nonlasciateicaniinmacchina
#denunciate #puppydog
VORREI NON FOSSE VERO......
VORREI .....
LEGGETE:
PROVINCIA DI LATINA.
San Felice Circeo . Domenica 7 luglio. Ore 14.15
Un ragazzo entra nel parcheggio di uno stabilimento e sente dei lamenti, inizialmente crede sia un gatto ma poi si accorge che provengono da una macchina, precisamente dal bagagliaio di una merda di macchina.
Si avvisa immediatamente il personale del lido e prontamente il vetro viene spaccato!
Dentro c’era lui, praticamente morto, lasciato chiuso volontariamente con una temperatura di 50 gradi minimo, da una famiglia che si trovava beatamente in spiaggia a divertirsi.
La fortuna ha voluto che fosse presente una veterinaria di zona, che ha prima rianimato il cucciolo e poi l’ha portato d’urgenza in clinica!
Prognosi di una settimana sperando che si salvi 😔
È stata sporta regolare denuncia ai carabinieri arrivati sul posto.
Ps - la foto è stata fatta solo per avere delle prove fotografiche.
La targa che si vede sullo sfondo non è quella della macchina in questione!! ❤IL CUCCIOLO È SALVO.
Verrà adottato da chi l’ha recuperato e si chiamerà SINCRO !!❤ https://roma.repubblica.it/cronaca/2019/07/08/news/san_felice_circeo_cane_lasciato_in_macchina_sotto_il_sole-230709454/

#sietedeimaledetti #nonlasciateicaniinmacchina #denunciate #puppydogVORREI NON FOSSE VERO...... VORREI ..... LEGGETE: PROVINCIA DI LATINA. San Felice Circeo . Domenica 7 luglio. Ore 14.15 Un ragazzo entra nel parcheggio di uno stabilimento e sente dei lamenti, inizialmente crede sia un gatto ma poi si accorge che provengono da una macchina, precisamente dal bagagliaio di una merda di macchina. Si avvisa immediatamente il personale del lido e prontamente il vetro viene spaccato! Dentro c’era lui, praticamente morto, lasciato chiuso volontariamente con una temperatura di 50 gradi minimo, da una famiglia che si trovava beatamente in spiaggia a divertirsi. La fortuna ha voluto che fosse presente una veterinaria di zona, che ha prima rianimato il cucciolo e poi l’ha portato d’urgenza in clinica! Prognosi di una settimana sperando che si salvi 😔 È stata sporta regolare denuncia ai carabinieri arrivati sul posto. Ps - la foto è stata fatta solo per avere delle prove fotografiche. La targa che si vede sullo sfondo non è quella della macchina in questione!! ❤IL CUCCIOLO È SALVO. Verrà adottato da chi l’ha recuperato e si chiamerà SINCRO !!❤ https://roma.repubblica.it/cronaca/2019/07/08/news/san_felice_circeo_cane_lasciato_in_macchina_sotto_il_sole-230709454/

Bisogna instaurare un dialogo con le donne vittime di violenza costruendo una rete di solidarietà con le sopravvissute alla violenza. Mentre insegniamo alle ragazze e donne lezioni di empowerment, dobbiamo anche insegnare all’intera società, e specialmente agli uomini, ad essere emancipati e a supportare l’uguaglianza di genere nel suo senso più profondo. L’uguaglianza, non come un valore “là fuori”, ma come un’abitudine integrata nella nostra vita quotidiana. La società dovrebbe educare le sue ragazze e donne a pensare indipendentemente. Invece di enfatizzare la virtù del sacrificio, dovrebbero essere incoraggiate a mettersi al primo posto. Dovremmo insegnare loro che pretendere i loro diritti è importante e normale. La società dovrebbe allo stesso tempo comprendere che è normale per donne che vivono relazioni violente essere vulnerabili e sentirsi deboli. Le ragazze e le donne dovrebbero sapere che è solo quando ci prendiamo cura di noi stesse e diamo valore a noi stesse che riusciamo a trovarci e a trovare la forza di accettare quello che siamo.
Numero verde: 800 148 724
Fonte: http://wots.eu/2018/06/27/abuso-domestico/
#nonseisola #rompiilsilenzio #denunciate #amoremalato #donnevittimediviolenza

Bisogna instaurare un dialogo con le donne vittime di violenza costruendo una rete di solidarietà con le sopravvissute alla violenza. Mentre insegniamo alle ragazze e donne lezioni di empowerment, dobbiamo anche insegnare all’intera società, e specialmente agli uomini, ad essere emancipati e a supportare l’uguaglianza di genere nel suo senso più profondo. L’uguaglianza, non come un valore “là fuori”, ma come un’abitudine integrata nella nostra vita quotidiana. La società dovrebbe educare le sue ragazze e donne a pensare indipendentemente. Invece di enfatizzare la virtù del sacrificio, dovrebbero essere incoraggiate a mettersi al primo posto. Dovremmo insegnare loro che pretendere i loro diritti è importante e normale. La società dovrebbe allo stesso tempo comprendere che è normale per donne che vivono relazioni violente essere vulnerabili e sentirsi deboli. Le ragazze e le donne dovrebbero sapere che è solo quando ci prendiamo cura di noi stesse e diamo valore a noi stesse che riusciamo a trovarci e a trovare la forza di accettare quello che siamo. Numero verde: 800 148 724 Fonte: http://wots.eu/2018/06/27/abuso-domestico/ #nonseisola #rompiilsilenzio #denunciate #amoremalato #donnevittimediviolenza

Con il termine violenza si intende un atto volontario, esercitato da un soggetto su un altro, in modo da determinarlo ad agire contro la sua volontà.Etimologicamente: 'che vìola', ciò che oltrepassa il limite della volontà altrui.
La violenza tra gli uomini è un'azione compiuta mediante l'abuso della forza di una o più persone che provoca dolore ad altri individui, anche indirettamente, danneggiando. L'abuso della forza può essere non solo fisico (con o senza armi), ma anche espressione di violenza solo verbale, o psicologica (ricatti, intimidazioni, minacce).
Fonte: https://it.m.wikipedia.org/wiki/Violenza
OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA!
Numero verde: 800 148 724
#rompiilsilenzio #nonènormalechesianormale #nonseisola #numeroverde #denunciate

Con il termine violenza si intende un atto volontario, esercitato da un soggetto su un altro, in modo da determinarlo ad agire contro la sua volontà.Etimologicamente: 'che vìola', ciò che oltrepassa il limite della volontà altrui. La violenza tra gli uomini è un'azione compiuta mediante l'abuso della forza di una o più persone che provoca dolore ad altri individui, anche indirettamente, danneggiando. L'abuso della forza può essere non solo fisico (con o senza armi), ma anche espressione di violenza solo verbale, o psicologica (ricatti, intimidazioni, minacce). Fonte: https://it.m.wikipedia.org/wiki/Violenza OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA! Numero verde: 800 148 724 #rompiilsilenzio #nonènormalechesianormale #nonseisola #numeroverde #denunciate

Carissimi Signori della Chino Color, avete proprio fatto bene a disattivare repentinamente le vostre linee telefoniche. Mi rimane solo il fastidio di avere un bel VAFFANCULO in canna, che ovviamente avrei voluto dire a Voi direttamente. Ci tenevo proprio, che peccato. Va beh. Facciamo che ve lo scrivo. #vaffanculo #norazzismo #noleggirazziali #anticostituzionale #denunciate #indignamoci @saruotolo

Carissimi Signori della Chino Color, avete proprio fatto bene a disattivare repentinamente le vostre linee telefoniche. Mi rimane solo il fastidio di avere un bel VAFFANCULO in canna, che ovviamente avrei voluto dire a Voi direttamente. Ci tenevo proprio, che peccato. Va beh. Facciamo che ve lo scrivo. #vaffanculo #norazzismo #noleggirazziali #anticostituzionale #denunciate #indignamoci @saruotolo

È doveroso da parte delle istituzioni fornire risposte efficaci, attraverso servizi adeguati e cambiamenti a livello legislativo, dove ancora mancano le tutele necessarie. Per far questo bisogna analizzare e monitorare i servizi per avanzare proposte che meglio possano rispondere ai bisogni degli esseri umani.
È necessario cambiare anche i comportamenti delle persone, non soltanto le leggi: sosteniamo in tutto il mondo le donne e le ragazze nella sfida contro le barriere di ordine socio-culturale che sono all’origine della violenza e a identificare i cambiamenti che vorrebbero attuare nelle loro case, scuole e comunità. Lavoriamo nelle scuole, proprio perché siamo convinti che sia importante fin da piccoli capire che non ci devono essere differenze di genere.
Vogliamo ottenere società libere dalla violenza,consapevoli della gravità del fenomeno e della necessità di fermarlo con urgenza!
Numero verde: 800 148 724
Fonte: https://www.actionaid.it/cosa-facciamo/donne-libere-dalla-violenza
#questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonènormalechesianormale

È doveroso da parte delle istituzioni fornire risposte efficaci, attraverso servizi adeguati e cambiamenti a livello legislativo, dove ancora mancano le tutele necessarie. Per far questo bisogna analizzare e monitorare i servizi per avanzare proposte che meglio possano rispondere ai bisogni degli esseri umani. È necessario cambiare anche i comportamenti delle persone, non soltanto le leggi: sosteniamo in tutto il mondo le donne e le ragazze nella sfida contro le barriere di ordine socio-culturale che sono all’origine della violenza e a identificare i cambiamenti che vorrebbero attuare nelle loro case, scuole e comunità. Lavoriamo nelle scuole, proprio perché siamo convinti che sia importante fin da piccoli capire che non ci devono essere differenze di genere. Vogliamo ottenere società libere dalla violenza,consapevoli della gravità del fenomeno e della necessità di fermarlo con urgenza! Numero verde: 800 148 724 Fonte: https://www.actionaid.it/cosa-facciamo/donne-libere-dalla-violenza #questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonènormalechesianormale

#영단어는관리다 #초등 #중등 #고등 #토익 영어 시험에서 가장 많이 나오는 단어만으로 만든 영단어 어플입니다 👍👍 #발음기호 동의어 반의어 예제 기타등등 암기에 필요한 모든 정보가 다 제공됩니다. 한 번 써보세요!!
#구글 https://bit.ly/Basic_voca
#애플 https://bit.ly/basic_voca
#영단어 #영어기초공부 #초중고 #단어장 #영어회화 #토익
#denunciate
#탄핵 #공공연히 #비난
The Government should give notice that we will denunciate the convention and rejoin immediately after entering a reservation on article 3.
#정부 #관례 #파기 #조항 #보류 #후 #바 #합류 #통보
#동의어 : #slam

#영단어는관리다 #초등 #중등 #고등 #토익 영어 시험에서 가장 많이 나오는 단어만으로 만든 영단어 어플입니다 👍👍 #발음기호 동의어 반의어 예제 기타등등 암기에 필요한 모든 정보가 다 제공됩니다. 한 번 써보세요!! #구글 https://bit.ly/Basic_voca #애플 https://bit.ly/basic_voca #영단어 #영어기초공부 #초중고 #단어장 #영어회화 #토익 #denunciate #탄핵 #공공연히 #비난The Government should give notice that we will denunciate the convention and rejoin immediately after entering a reservation on article 3. #정부 #관례 #파기 #조항 #보류 #후 #바 #합류 #통보 #동의어 : #slam

Almeno una volta nella vita, una donna su tre in tutto il mondo ha subito violenza fisica o sessuale. Fenomeno strutturale e purtroppo trasversale a tutti i paesi e a tutte le classi sociali, la violenza sulle donne è tra le violazioni dei diritti umani più diffuse al mondo.
La violenza sulle donne ha forme diverse: dalla violenza domestica tra le mura di casa, alla tradizione culturale nel caso delle mutilazioni genitali femminili. In Italia e in tutto il mondo, contrastiamo gli stereotipi di genere nella società e promuoviamo il diritto per le donne a una vita senza violenza.
OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA!
Fonte: https://www.actionaid.it/cosa-facciamo/donne-libere-dalla-violenza
Numero verde: 800 148 724
#questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola #nonènormalechesianormale

Almeno una volta nella vita, una donna su tre in tutto il mondo ha subito violenza fisica o sessuale. Fenomeno strutturale e purtroppo trasversale a tutti i paesi e a tutte le classi sociali, la violenza sulle donne è tra le violazioni dei diritti umani più diffuse al mondo. La violenza sulle donne ha forme diverse: dalla violenza domestica tra le mura di casa, alla tradizione culturale nel caso delle mutilazioni genitali femminili. In Italia e in tutto il mondo, contrastiamo gli stereotipi di genere nella società e promuoviamo il diritto per le donne a una vita senza violenza. OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA! Fonte: https://www.actionaid.it/cosa-facciamo/donne-libere-dalla-violenza Numero verde: 800 148 724 #questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola #nonènormalechesianormale

Come si riconosce uno stalker? «Non è difficile, perché ha un comportamento innaturale. La vittima capisce subito che quella persona non risponde sul suo stesso piano: si accorge che ha un percorso suo, altro, non ascolta».
Perché tanti non se ne accorgono? «Non so se non se accorgano veramente, penso che abbiano paura. C’è una prima fase in cui si giustifica con stereotipi culturali e una seconda fase in cui la paura si manifesta. Allora, la vittima ha la tentazione di assecondare lo stalker perché è spaventata». C’è una mentalità che favorisce lo stalking? «In questo sono in attrito con alcune femministe: non credo che esista una mentalità che favorisca lo stalking tout court. Esiste una mentalità che minimizza. Il problema culturale trova risposte competenti nei centri antiviolenza e in alcune istituzioni nelle grandi città del Centro-Nord. Nel Sud è ancora un disastro. La patologia ha una storia sua, la mentalità offre il linguaggio di espressione. Le patologie sono spesso culturalmente determinate dai linguaggi». Come comportarsi con lo stalking, oltre a rivolgersi al centro antiviolenza? «La cosa più importante da fare è facile, ma psicologicamente insostenibile: non dare corda. È insostenibile perché ogni volta che gli dici: Non voglio più vederti, per lui è un successo. Questa strada è la più difficile perché si entra nell’ esasperazione, nel senso di colpa, nei fantasmi di persecuzione. C’è anche un problema cognitivo: lo stalker ci mette di fronte a uno scivolamento del linguaggio. Diciamo di no e lui capisce sì».
Numero verde: 800 148 724
#questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola #nonènormalechesianormale

Come si riconosce uno stalker? «Non è difficile, perché ha un comportamento innaturale. La vittima capisce subito che quella persona non risponde sul suo stesso piano: si accorge che ha un percorso suo, altro, non ascolta». Perché tanti non se ne accorgono? «Non so se non se accorgano veramente, penso che abbiano paura. C’è una prima fase in cui si giustifica con stereotipi culturali e una seconda fase in cui la paura si manifesta. Allora, la vittima ha la tentazione di assecondare lo stalker perché è spaventata». C’è una mentalità che favorisce lo stalking? «In questo sono in attrito con alcune femministe: non credo che esista una mentalità che favorisca lo stalking tout court. Esiste una mentalità che minimizza. Il problema culturale trova risposte competenti nei centri antiviolenza e in alcune istituzioni nelle grandi città del Centro-Nord. Nel Sud è ancora un disastro. La patologia ha una storia sua, la mentalità offre il linguaggio di espressione. Le patologie sono spesso culturalmente determinate dai linguaggi». Come comportarsi con lo stalking, oltre a rivolgersi al centro antiviolenza? «La cosa più importante da fare è facile, ma psicologicamente insostenibile: non dare corda. È insostenibile perché ogni volta che gli dici: Non voglio più vederti, per lui è un successo. Questa strada è la più difficile perché si entra nell’ esasperazione, nel senso di colpa, nei fantasmi di persecuzione. C’è anche un problema cognitivo: lo stalker ci mette di fronte a uno scivolamento del linguaggio. Diciamo di no e lui capisce sì». Numero verde: 800 148 724 #questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola #nonènormalechesianormale

Per qualsiasi informazione, supporto e assistenza puoi trovarci ogni lunedì a San Sebastiano dalle 14.30 alle 17.30, oppure a San Giorgio il mercoledì ed il venerdì dalle 13.30 alle 16.30.
ROMPI IL SILENZIO:
NON SEI PIU' SOLA!
Numero verde 800 148 724
#questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola #nonènormalechesianormale

Per qualsiasi informazione, supporto e assistenza puoi trovarci ogni lunedì a San Sebastiano dalle 14.30 alle 17.30, oppure a San Giorgio il mercoledì ed il venerdì dalle 13.30 alle 16.30. ROMPI IL SILENZIO: NON SEI PIU' SOLA! Numero verde 800 148 724 #questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola #nonènormalechesianormale

La violenza sulle donne è un fenomeno sociale, costituisce la prima causa di morte o di invalidità per le donne tra i 15 e i 44 anni. E' necessario fornire maggiori conoscenze e strumenti volti ad individuare, contrastare e prevenire la violenza sulle donne, per questo bisogna formare maggiormente chi si occupa a vario titolo di tutela delle donne. Inoltre, è doveroso diffondere una cultura dell’accoglienza e del non giudizio delle donne, che spesso oltre ad essere maltrattate si vergognano e si nascondono per paura del giudizio degli altri.
Fonte: http://scuoladelsociale.capitalelavoro.it/course/index.php
OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA!
ROMPI IL SILENZIO!
Numero verde:
800 148 724
#nonseisola #rompiilsilenzio #denunciate #nonènormalechesianormale

La violenza sulle donne è un fenomeno sociale, costituisce la prima causa di morte o di invalidità per le donne tra i 15 e i 44 anni. E' necessario fornire maggiori conoscenze e strumenti volti ad individuare, contrastare e prevenire la violenza sulle donne, per questo bisogna formare maggiormente chi si occupa a vario titolo di tutela delle donne. Inoltre, è doveroso diffondere una cultura dell’accoglienza e del non giudizio delle donne, che spesso oltre ad essere maltrattate si vergognano e si nascondono per paura del giudizio degli altri. Fonte: http://scuoladelsociale.capitalelavoro.it/course/index.php OPPONITI ALLA CULTURA DELLA VIOLENZA! ROMPI IL SILENZIO! Numero verde: 800 148 724 #nonseisola #rompiilsilenzio #denunciate #nonènormalechesianormale

Il fenomeno della violenza sulle donne è trasversale e geograficamente presente in modo diffuso: a sostegno delle vittime vengono attuati una serie di interventi specifici da parte delle Istituzioni e degli enti del terzo settore ma spesso in modo parcellizzato e non integrato compromettendone l’efficacia complessiva. Il lavoro di rete rappresenta la via privilegiata per porre in essere azioni realmente efficaci utili a diminuire il numero di femminicidi e a ridurre gli episodi di violenza.
Da tale presupposto bisogna partire nel delineare un modello innovativo di presa in carico delle donne vittime di violenza basato sulla consapevolezza del valore aggiunto dell’approccio interdisciplinare: lavorare insieme condividendo informazioni e strumenti velocizza i tempi di intervento, aumenta la qualità e quindi l’efficacia degli stessi, garantisce la condivisione del piano di azione a sostegno della vittima.
Fonte: https://welforum.it/insieme-la-violenza-sulle-donne/
ROMPI IL SILENZIO!
NON SEI SOLA!
NUMERO VERDE:
800 148 724
#questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola #nonènormalechesianormale

Il fenomeno della violenza sulle donne è trasversale e geograficamente presente in modo diffuso: a sostegno delle vittime vengono attuati una serie di interventi specifici da parte delle Istituzioni e degli enti del terzo settore ma spesso in modo parcellizzato e non integrato compromettendone l’efficacia complessiva. Il lavoro di rete rappresenta la via privilegiata per porre in essere azioni realmente efficaci utili a diminuire il numero di femminicidi e a ridurre gli episodi di violenza. Da tale presupposto bisogna partire nel delineare un modello innovativo di presa in carico delle donne vittime di violenza basato sulla consapevolezza del valore aggiunto dell’approccio interdisciplinare: lavorare insieme condividendo informazioni e strumenti velocizza i tempi di intervento, aumenta la qualità e quindi l’efficacia degli stessi, garantisce la condivisione del piano di azione a sostegno della vittima. Fonte: https://welforum.it/insieme-la-violenza-sulle-donne/ ROMPI IL SILENZIO! NON SEI SOLA! NUMERO VERDE: 800 148 724 #questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola #nonènormalechesianormale

«Immaginate un papà che vieta alla mamma di allattare e magari chiude la figlia sola in camera perché lui vuole dalla mamma “attenzioni”: la bimba strilla disperata, la mamma ha fatto un cesareo e non riesce a camminare… Non so se l’immaginazione serva, però la mia realtà è stata questa. Mi sono laureata in Scienze motorie, avevo 25 anni, una vita attiva e tanti amici. Quando lo conosco in palestra, lui ne ha 38 ed è bello. Stiamo insieme da 15 giorni ma lui vuol subito darmi le chiavi di casa, regalarmi una macchina e aprirmi un conto. Resto incinta perché lo volevamo e ci sposiamo. A casa sua però manca tutto, pure le porte, e anche se la mia famiglia, oltre alle nozze, paga l’arredo scelto da me, io sto male lì. Lui non c’è mai, nel quartiere non c’è nulla, pranzo da mia mamma per non impazzire e lui mi chiama anche lì. Lo fa dalla mattina alla sera, è ossessionato che lo tradisca, mi alza le mani quando vede un emoticon sotto una foto sui social e poi spacca il primo di tanti miei cellulari. Mi aggredisce se spendo soldi per comprare la pasta perché a lui non piace. Per fortuna mi ammalo durante la gravidanza e mi ricoverano: in ospedale mi sento protetta. Quando nasce Nadia viene a vederla la sera tardi. Un medico dell’ospedale San Giovanni Battista mi mette in contatto con lo Spazio Donna di San Basilio: mi aiutano ad andare via, mi ascoltano, mi trovano lavoro in un negozio. La strada è lunga. Non riesco a guardarmi allo specchio, non mi riconosco. Se esco con Nadia voglio con me mamma o papà. Il fatto è che quando la violenza è lontana resta il freddo, la paura. A volte però anche la speranza, ed è come respirare».
Fonte: https://www.iodonna.it/attualita/costume-e-societa/2018/11/25/giornata-contro-la-violenza-sulle-donne-le-storie-di-chi-e-riuscita-a-salvarsi/?fbclid=IwAR0PWH3gHrf4f2sUVMdSoh0xkASA-AbpbgHKGzwnmTkqEBZkpajauWyHME8
Numero verde:
800 148 724
#questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola #nonènormalechesianormale

«Immaginate un papà che vieta alla mamma di allattare e magari chiude la figlia sola in camera perché lui vuole dalla mamma “attenzioni”: la bimba strilla disperata, la mamma ha fatto un cesareo e non riesce a camminare… Non so se l’immaginazione serva, però la mia realtà è stata questa. Mi sono laureata in Scienze motorie, avevo 25 anni, una vita attiva e tanti amici. Quando lo conosco in palestra, lui ne ha 38 ed è bello. Stiamo insieme da 15 giorni ma lui vuol subito darmi le chiavi di casa, regalarmi una macchina e aprirmi un conto. Resto incinta perché lo volevamo e ci sposiamo. A casa sua però manca tutto, pure le porte, e anche se la mia famiglia, oltre alle nozze, paga l’arredo scelto da me, io sto male lì. Lui non c’è mai, nel quartiere non c’è nulla, pranzo da mia mamma per non impazzire e lui mi chiama anche lì. Lo fa dalla mattina alla sera, è ossessionato che lo tradisca, mi alza le mani quando vede un emoticon sotto una foto sui social e poi spacca il primo di tanti miei cellulari. Mi aggredisce se spendo soldi per comprare la pasta perché a lui non piace. Per fortuna mi ammalo durante la gravidanza e mi ricoverano: in ospedale mi sento protetta. Quando nasce Nadia viene a vederla la sera tardi. Un medico dell’ospedale San Giovanni Battista mi mette in contatto con lo Spazio Donna di San Basilio: mi aiutano ad andare via, mi ascoltano, mi trovano lavoro in un negozio. La strada è lunga. Non riesco a guardarmi allo specchio, non mi riconosco. Se esco con Nadia voglio con me mamma o papà. Il fatto è che quando la violenza è lontana resta il freddo, la paura. A volte però anche la speranza, ed è come respirare». Fonte: https://www.iodonna.it/attualita/costume-e-societa/2018/11/25/giornata-contro-la-violenza-sulle-donne-le-storie-di-chi-e-riuscita-a-salvarsi/?fbclid=IwAR0PWH3gHrf4f2sUVMdSoh0xkASA-AbpbgHKGzwnmTkqEBZkpajauWyHME8 Numero verde: 800 148 724 #questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola #nonènormalechesianormale

«Tu ci puoi vivere nell’inferno. Anzi per mia mamma dovevo restarci, finché almeno le bimbe crescevano. Poi invece un giorno accade qualcosa e l’inferno non ha più un posto per te. Nel mio, c’era di tutto: gelosia folle, lividi sulle braccia perché tanto in inverno non si vedono, sedie prese a calci, sguardi di terrore, suoceri contro la mia “lingua lunga”, soldi usati per bere e giocare. C’era pure Giada, la nostra prima figlia: appena nata, mio marito perde le staffe per nulla, mi stringe il collo e mi trascina sul balcone per buttarmi giù. Dopo qualche anno, arrivano Esther e le nuove minacce: guarda che te le tolgo, te le uccido nel sonno, mi dice. Così la notte io mi chiudo a chiave con loro in camera da letto e l’inferno non conosce tregua: neanche nel sonno. Una sera però ho un pensiero lucido: se non le salvo ora queste bambine non le salvo più. Esco, le lascio dai miei, mostro i lividi in guardia medica e lo denuncio: avrò sbagliato qualcosa quella sera se ancora dopo quattro anni ho ottenuto solo la separazione provvisoria e lui è stato assolto dalla condanna. Nel frattempo, il mio ex dice in giro che sono una pazza che picchiava le figlie (per dimostrarlo ora sta con una donna che ha due bambine) ma io, vado avanti, ho una casa mia e sto facendo un tirocinio. Ho anche un sogno, ma appartiene alle bimbe: si chiama serenità»
Fonte: https://www.iodonna.it/attualita/costume-e-societa/2018/11/25/giornata-contro-la-violenza-sulle-donne-le-storie-di-chi-e-riuscita-a-salvarsi/
ROMPI IL SILENZIO!
Numero verde: 800 148 724
#questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola #nonènormalechesianormale

«Tu ci puoi vivere nell’inferno. Anzi per mia mamma dovevo restarci, finché almeno le bimbe crescevano. Poi invece un giorno accade qualcosa e l’inferno non ha più un posto per te. Nel mio, c’era di tutto: gelosia folle, lividi sulle braccia perché tanto in inverno non si vedono, sedie prese a calci, sguardi di terrore, suoceri contro la mia “lingua lunga”, soldi usati per bere e giocare. C’era pure Giada, la nostra prima figlia: appena nata, mio marito perde le staffe per nulla, mi stringe il collo e mi trascina sul balcone per buttarmi giù. Dopo qualche anno, arrivano Esther e le nuove minacce: guarda che te le tolgo, te le uccido nel sonno, mi dice. Così la notte io mi chiudo a chiave con loro in camera da letto e l’inferno non conosce tregua: neanche nel sonno. Una sera però ho un pensiero lucido: se non le salvo ora queste bambine non le salvo più. Esco, le lascio dai miei, mostro i lividi in guardia medica e lo denuncio: avrò sbagliato qualcosa quella sera se ancora dopo quattro anni ho ottenuto solo la separazione provvisoria e lui è stato assolto dalla condanna. Nel frattempo, il mio ex dice in giro che sono una pazza che picchiava le figlie (per dimostrarlo ora sta con una donna che ha due bambine) ma io, vado avanti, ho una casa mia e sto facendo un tirocinio. Ho anche un sogno, ma appartiene alle bimbe: si chiama serenità» Fonte: https://www.iodonna.it/attualita/costume-e-societa/2018/11/25/giornata-contro-la-violenza-sulle-donne-le-storie-di-chi-e-riuscita-a-salvarsi/ ROMPI IL SILENZIO! Numero verde: 800 148 724 #questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola #nonènormalechesianormale

«Il rossetto, via. Uscire senza di lui, neanche per idea. Ha iniziato così: con i divieti. Poi sono arrivate le minacce, alla fine i pugni: sulle porte, sul tavolo. Quando mi colpisce in testa, sento che è troppo. Voglio lasciarlo, fuggire da quei tre anni di convivenza: io, lui e la violenza psicologica. È dura, però: sono di sua proprietà, dove vado, mi dice. Vuole pure un figlio perché la violenza sessuale arriva nelle vesti di un desiderio. Pensare che quando l’ho conosciuto, a 27 anni, mi sentivo fortunata. Io lavoravo in un locale, lui entra e mi seduce. Poche parole, tanti sorrisi. Mi sento stordita ma mi sembra amore, uno di quelli che capita solo una volta nella vita. E invece no: l’amore era il mio, il suo era un bel mix di finzione e manipolazione. Premure eccessive. Complimenti a effetto. Di me voleva sapere tutto, di lui non sapevo nulla. Dopo pochi mesi di frequentazione idilliaca in cui non mi rendo conto, lui freme per andare a convivere: io no, se non vado però mi sento in colpa. In casa, la magia di un tempo si trasforma in offesa. Il mio sorriso è provocazione. Gli amici e i parenti un intralcio. Ho accanto un despota che vuole annullarmi, da cui la mia famiglia riesce però a salvarmi. Lo denuncio, realizzo che la violenza non arriva da un giorno all’altro nelle nostre vite, e la scrittura diventa la mia prima terapia. Oggi ho 39 anni e per scrivere non uso più pseudonimi. Chissà se la mia esperienza servirà ad altre: il coraggio è roba contagiosa».
Fonte: https://www.iodonna.it/attualita/costume-e-societa/2018/11/25/giornata-contro-la-violenza-sulle-donne-le-storie-di-chi-e-riuscita-a-salvarsi/
NON SEI SOLA!
NUMERO VERDE:
800 148 724
#nonseisola #nonènormalechesianormale #rompiilsilenzio #denunciate #donne #amoremalato

«Il rossetto, via. Uscire senza di lui, neanche per idea. Ha iniziato così: con i divieti. Poi sono arrivate le minacce, alla fine i pugni: sulle porte, sul tavolo. Quando mi colpisce in testa, sento che è troppo. Voglio lasciarlo, fuggire da quei tre anni di convivenza: io, lui e la violenza psicologica. È dura, però: sono di sua proprietà, dove vado, mi dice. Vuole pure un figlio perché la violenza sessuale arriva nelle vesti di un desiderio. Pensare che quando l’ho conosciuto, a 27 anni, mi sentivo fortunata. Io lavoravo in un locale, lui entra e mi seduce. Poche parole, tanti sorrisi. Mi sento stordita ma mi sembra amore, uno di quelli che capita solo una volta nella vita. E invece no: l’amore era il mio, il suo era un bel mix di finzione e manipolazione. Premure eccessive. Complimenti a effetto. Di me voleva sapere tutto, di lui non sapevo nulla. Dopo pochi mesi di frequentazione idilliaca in cui non mi rendo conto, lui freme per andare a convivere: io no, se non vado però mi sento in colpa. In casa, la magia di un tempo si trasforma in offesa. Il mio sorriso è provocazione. Gli amici e i parenti un intralcio. Ho accanto un despota che vuole annullarmi, da cui la mia famiglia riesce però a salvarmi. Lo denuncio, realizzo che la violenza non arriva da un giorno all’altro nelle nostre vite, e la scrittura diventa la mia prima terapia. Oggi ho 39 anni e per scrivere non uso più pseudonimi. Chissà se la mia esperienza servirà ad altre: il coraggio è roba contagiosa». Fonte: https://www.iodonna.it/attualita/costume-e-societa/2018/11/25/giornata-contro-la-violenza-sulle-donne-le-storie-di-chi-e-riuscita-a-salvarsi/ NON SEI SOLA! NUMERO VERDE: 800 148 724 #nonseisola #nonènormalechesianormale #rompiilsilenzio #denunciate #donne #amoremalato

#GMAT 시험에 나올 필수 영어 단어들을 모아둔 무료 어플입니다. 다른 영단어 어플에는 없는 푸시 알림 기능도 있어 단어 암기에 큰 도움이 될 겁니다.👍👍 한 번 꼭 다운 받아보세요 🙇🏻‍♂️🙇🏻‍♂️
#구글 https://bit.ly/google_gmat_voca
#애플 https://bit.ly/gmat_voca
#영어 #영어단어프로그램 #생활영어 #단어어플 #영문 #영어쌤
#denunciate
#탄핵 #공공연히 #비난
The Government should give notice that we will denunciate the convention and rejoin immediately after entering a reservation on article 3.
#정부 #관례 #파기 #조항 #보류 #후 #바 #합류 #통보
#동의어 : #slam

#GMAT 시험에 나올 필수 영어 단어들을 모아둔 무료 어플입니다. 다른 영단어 어플에는 없는 푸시 알림 기능도 있어 단어 암기에 큰 도움이 될 겁니다.👍👍 한 번 꼭 다운 받아보세요 🙇🏻‍♂️🙇🏻‍♂️ #구글 https://bit.ly/google_gmat_voca #애플 https://bit.ly/gmat_voca #영어 #영어단어프로그램 #생활영어 #단어어플 #영문 #영어쌤 #denunciate #탄핵 #공공연히 #비난The Government should give notice that we will denunciate the convention and rejoin immediately after entering a reservation on article 3. #정부 #관례 #파기 #조항 #보류 #후 #바 #합류 #통보 #동의어 : #slam

I pantaloni, ecco cosa vuole Anna. I vestitini, quelli svolazzanti, neanche morta: se li mette al massimo in casa solo dopo aver chiuso le finestre, non sia mai qualcuno la veda. Non è che lo faccia per il marito geloso. Per lei è giusto così, come lo è per sua mamma. Anna resta quasi tutto il giorno in casa, a volte esce per la spesa, passa dalla sorella o dalla mamma ma non lascia mai l’isolato. Pulisce, sposta mobili, resta in pigiama.
Come lei, sono tante le italiane che vivono isolate. Vuoi per la periferia, vuoi per l’educazione patriarcale ricevuta, vuoi per un certo clima coniugale. Sono le “pigiamate”, ma spesso diventano anche altro perché dall’isolamento alla violenza il passo è breve: sono vittime le donne ma anche i figli che assistono, quando non subiscono.
E' importante uscire di casa, dedicarsi momenti di benessere psicofisico, ritrovare contatti sociali prima di tutto...
Fonte: https://www.iodonna.it/attualita/costume-e-societa/2018/11/25/giornata-contro-la-violenza-sulle-donne-le-storie-di-chi-e-riuscita-a-salvarsi/
NON SEI SOLA!
ROMPI IL SILENZIO!
NUMERO VERDE:
800 148 74
#questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola #nonènormalechesianormale

I pantaloni, ecco cosa vuole Anna. I vestitini, quelli svolazzanti, neanche morta: se li mette al massimo in casa solo dopo aver chiuso le finestre, non sia mai qualcuno la veda. Non è che lo faccia per il marito geloso. Per lei è giusto così, come lo è per sua mamma. Anna resta quasi tutto il giorno in casa, a volte esce per la spesa, passa dalla sorella o dalla mamma ma non lascia mai l’isolato. Pulisce, sposta mobili, resta in pigiama. Come lei, sono tante le italiane che vivono isolate. Vuoi per la periferia, vuoi per l’educazione patriarcale ricevuta, vuoi per un certo clima coniugale. Sono le “pigiamate”, ma spesso diventano anche altro perché dall’isolamento alla violenza il passo è breve: sono vittime le donne ma anche i figli che assistono, quando non subiscono. E' importante uscire di casa, dedicarsi momenti di benessere psicofisico, ritrovare contatti sociali prima di tutto... Fonte: https://www.iodonna.it/attualita/costume-e-societa/2018/11/25/giornata-contro-la-violenza-sulle-donne-le-storie-di-chi-e-riuscita-a-salvarsi/ NON SEI SOLA! ROMPI IL SILENZIO! NUMERO VERDE: 800 148 74 #questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola #nonènormalechesianormale

Ognuno di voi ha la propria storia alle spalle. Ognuno di voi ha vissuto la propria vita, i propri momenti felici e i propri momenti tristi, ognuno di voi ha vissuto o visto ingiustizie, violenze, e molti di voi sono stati zitti. Parlate. Denunciate. Non abbiate paura, parlatene sempre, chiedete aiuto. Chi vi ha fatto del male deve essere fermato.
#ultimo #peterpan #ultimopeterpan #dallapartedegliultimi #niccolomoriconi #niccolòmoriconi #dallapartedinic #ultimi #violenze #denuncia #denunciate #parlate #ingiustizia #violenza

Ognuno di voi ha la propria storia alle spalle. Ognuno di voi ha vissuto la propria vita, i propri momenti felici e i propri momenti tristi, ognuno di voi ha vissuto o visto ingiustizie, violenze, e molti di voi sono stati zitti. Parlate. Denunciate. Non abbiate paura, parlatene sempre, chiedete aiuto. Chi vi ha fatto del male deve essere fermato. #ultimo #peterpan #ultimopeterpan #dallapartedegliultimi #niccolomoriconi #niccolòmoriconi #dallapartedinic #ultimi #violenze #denuncia #denunciate #parlate #ingiustizia #violenza

Smettila di cercare la tua felicità nell’altro: “Quando lui mi darà più attenzioni sarò felice.”
“Quando lei si accorgerà cosa perde allora vorrà stare solo con me.”
“Quando farà.. Quando dirà.. Quando… Quando… Allora sarò felice.” Se aspetti che qualcuno ti renda felice proprio come desideri e speri, sai qual è la dura verità?
Non sarai mai felice!!!
Chiudere una relazione a causa del controllo. Nella relazione d’amore e in generale in qualunque tipo di relazione, abbiamo una grande illusione: crediamo di poter aver il controllo sull’altro, sulla sua vita, sui suoi pensieri ed emozioni.
Pretendiamo e pensiamo di poterlo cambiare e di poter cambiare anche quello che prova, che vive e che desidera.
Ti do una notizia sconvolgente: non è possibile, non puoi controllare la vita di nessuno.
A volte non puoi farlo nemmeno con la tua, figurati con quella di un’altra persona.
Nemmeno se fosse un tuo schiavo potresti controllarlo completamente.
Potresti forse imporgli il tuo volere, fargli fare tutto quello che desideri, potresti perfino decidere della sua vita e della sua morte, ma non potresti mai controllare i suoi pensieri, le sue emozioni o quello che desidera.
Fonte: https://www.amoremaleducato.it/chiudere-una-relazione/
Numero verde:
800 148 724
#questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola #nonènormalechesianormale

Smettila di cercare la tua felicità nell’altro: “Quando lui mi darà più attenzioni sarò felice.” “Quando lei si accorgerà cosa perde allora vorrà stare solo con me.” “Quando farà.. Quando dirà.. Quando… Quando… Allora sarò felice.” Se aspetti che qualcuno ti renda felice proprio come desideri e speri, sai qual è la dura verità? Non sarai mai felice!!! Chiudere una relazione a causa del controllo. Nella relazione d’amore e in generale in qualunque tipo di relazione, abbiamo una grande illusione: crediamo di poter aver il controllo sull’altro, sulla sua vita, sui suoi pensieri ed emozioni. Pretendiamo e pensiamo di poterlo cambiare e di poter cambiare anche quello che prova, che vive e che desidera. Ti do una notizia sconvolgente: non è possibile, non puoi controllare la vita di nessuno. A volte non puoi farlo nemmeno con la tua, figurati con quella di un’altra persona. Nemmeno se fosse un tuo schiavo potresti controllarlo completamente. Potresti forse imporgli il tuo volere, fargli fare tutto quello che desideri, potresti perfino decidere della sua vita e della sua morte, ma non potresti mai controllare i suoi pensieri, le sue emozioni o quello che desidera. Fonte: https://www.amoremaleducato.it/chiudere-una-relazione/ Numero verde: 800 148 724 #questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola #nonènormalechesianormale

Il primo passo per chiudere una relazione che ti fa soffrire?
La consapevolezza:
Questo è sicuramente il più difficile da fare, ma il più importante.
Devi guardarti dentro ed accettare che il rapporto che stai vivendo ti sta facendo solo male e probabilmente lo sta facendo anche a tutte le persone che hai accanto.
Lo so, è difficile pensare di chiudere una relazione che magari dura da molti anni e guardarsi dentro e accettare che la relazione è finita è davvero la cosa più dura da fare.
E’ difficile anche perché spesso la paura di chiudere una relazione porta con sé altre paure come quella di restare soli, di non essere in grado di portare avanti un rapporto o il timore di essere noi quelli sbagliati.
Ma non essere vittima è una scelta!
Volerti bene, avere più consapevolezza e autostima
sono i primi passi per la tua sicurezza personale.
Mai una di meno!
Fonte:
https://www.amoremaleducato.it/chiudere-una-relazione/
Numero verde:
800 148 724
#questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola #nonènormalechesianormale

Il primo passo per chiudere una relazione che ti fa soffrire? La consapevolezza: Questo è sicuramente il più difficile da fare, ma il più importante. Devi guardarti dentro ed accettare che il rapporto che stai vivendo ti sta facendo solo male e probabilmente lo sta facendo anche a tutte le persone che hai accanto. Lo so, è difficile pensare di chiudere una relazione che magari dura da molti anni e guardarsi dentro e accettare che la relazione è finita è davvero la cosa più dura da fare. E’ difficile anche perché spesso la paura di chiudere una relazione porta con sé altre paure come quella di restare soli, di non essere in grado di portare avanti un rapporto o il timore di essere noi quelli sbagliati. Ma non essere vittima è una scelta! Volerti bene, avere più consapevolezza e autostima sono i primi passi per la tua sicurezza personale. Mai una di meno! Fonte: https://www.amoremaleducato.it/chiudere-una-relazione/ Numero verde: 800 148 724 #questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola #nonènormalechesianormale

Dicono tanto quei 18 vestiti e prima di tutto dicono che l’abito non conta nulla, che non importa cosa indossi: lo stupratore abusa di te a prescindere da cosa tu abbia messo su quel giorno maledetto. Potevi avere la tuta ed essere coperta dalla testa ai piedi perché stavi andando a correre al parco, potevi avere la minigonna perché stavi andando a ballare, potevi avere i jeans e una maglietta perché stavi semplicemente andando a farti i fatti tuoi. Oppure potevi avere un prendisole sbracciato perché eri una bambina di sei anni e quel giorno faceva caldo. E’ uno stereotipo duro a morire secondo il quale la vittima di uno stupro potrebbe avere provocato il suo aguzzino con un atteggiamento equivoco, con una abbigliamento “invitante”: una delle tante versione del “te la sei cercata” che ancora vige soprattutto nelle aule dei tribunali dove, immancabilmente, la linea difensiva dei legali degli stupratori è sempre la stessa: la vittima era consenziente.
Numero verde: 800 148 724
Fonte: www.milleunadonna.it
#questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola #nonènormalechesianormale

Dicono tanto quei 18 vestiti e prima di tutto dicono che l’abito non conta nulla, che non importa cosa indossi: lo stupratore abusa di te a prescindere da cosa tu abbia messo su quel giorno maledetto. Potevi avere la tuta ed essere coperta dalla testa ai piedi perché stavi andando a correre al parco, potevi avere la minigonna perché stavi andando a ballare, potevi avere i jeans e una maglietta perché stavi semplicemente andando a farti i fatti tuoi. Oppure potevi avere un prendisole sbracciato perché eri una bambina di sei anni e quel giorno faceva caldo. E’ uno stereotipo duro a morire secondo il quale la vittima di uno stupro potrebbe avere provocato il suo aguzzino con un atteggiamento equivoco, con una abbigliamento “invitante”: una delle tante versione del “te la sei cercata” che ancora vige soprattutto nelle aule dei tribunali dove, immancabilmente, la linea difensiva dei legali degli stupratori è sempre la stessa: la vittima era consenziente. Numero verde: 800 148 724 Fonte: www.milleunadonna.it #questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola #nonènormalechesianormale

La violenza sulle donne ha molti volti; dai reati come la violenza fisica a quella sessuale, lo stupro, senza dimenticare la violenza psicologica.
In Italia e nel mondo subisce violenza, mediamente, una donna su tre dai 15 anni in su. Il timore della violenza è confermato dal dato secondo il quale il 53% di donne in tutta l’Unione Europea afferma di evitare determinati luoghi o situazioni per paura di essere aggredita.
Un atto di violenza contro le donne può accadere ovunque: dentro le mura domestiche, sul posto di lavoro, per strada. Sono spesso i partner o gli ex partner a commettere gli atti più gravi: in Italia sono, infatti, responsabili del 62,7% degli stupri. Una lunga scia di violenza che può culminare con l’estrema conseguenza: il femminicidio. Nel 38% dei casi di omicidi di donne, il responsabile è, ancora una volta, il partner.
Numero verde : 800 148 724
Fonte :
https://www.google.it/amp/s/www.actionaid.it/informati/notizie/giornata-mondiale-contro-la-violenza-sulle-donne-actionaid-italia%3famp_markup=1
#questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola #nonènormalechesianormale

La violenza sulle donne ha molti volti; dai reati come la violenza fisica a quella sessuale, lo stupro, senza dimenticare la violenza psicologica. In Italia e nel mondo subisce violenza, mediamente, una donna su tre dai 15 anni in su. Il timore della violenza è confermato dal dato secondo il quale il 53% di donne in tutta l’Unione Europea afferma di evitare determinati luoghi o situazioni per paura di essere aggredita. Un atto di violenza contro le donne può accadere ovunque: dentro le mura domestiche, sul posto di lavoro, per strada. Sono spesso i partner o gli ex partner a commettere gli atti più gravi: in Italia sono, infatti, responsabili del 62,7% degli stupri. Una lunga scia di violenza che può culminare con l’estrema conseguenza: il femminicidio. Nel 38% dei casi di omicidi di donne, il responsabile è, ancora una volta, il partner. Numero verde : 800 148 724 Fonte : https://www.google.it/amp/s/www.actionaid.it/informati/notizie/giornata-mondiale-contro-la-violenza-sulle-donne-actionaid-italia%3famp_markup=1 #questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola #nonènormalechesianormale

Reposted from @ilmegliodelledonne_ - L’immigrato è stato rilasciato dal giudice per “tenuità del fatto” in quanto per il giudice palpeggiare una poliziotta non è ritenuto grave. Una sentenza a dir poco scandalosa, un vero e proprio schiaffo morale per le forze dell’ordine che ogni giorno lavorano per garantirci sicurezza e poi per tutte noi donne. #scioccata #senzaparole #schifo #poliziotta #palpeggiata #immigrato #sentenza #fattotenue #giudice #cronaca #stopviolenzasulledonne #nonénormalechesianormale #denunciate #rispettate #ilmegliodelledonne #blog #blogger #influencer #page #scandalo - #regrann

Reposted from @ilmegliodelledonne_ - L’immigrato è stato rilasciato dal giudice per “tenuità del fatto” in quanto per il giudice palpeggiare una poliziotta non è ritenuto grave. Una sentenza a dir poco scandalosa, un vero e proprio schiaffo morale per le forze dell’ordine che ogni giorno lavorano per garantirci sicurezza e poi per tutte noi donne. #scioccata #senzaparole #schifo #poliziotta #palpeggiata #immigrato #sentenza #fattotenue #giudice #cronaca #stopviolenzasulledonne #nonénormalechesianormale #denunciate #rispettate #ilmegliodelledonne #blog #blogger #influencer #page #scandalo - #regrann

Una percentuale non trascurabile di donne ha subito anche atti persecutori (stalking). Si stima che il 21,5% delle donne fra i 16 e i 70 anni (pari a 2 milioni 151 mila) abbia subito comportamenti persecutori da parte di un ex partner nell’arco della propria vita. Se si considerano le donne che hanno subito più volte gli atti persecutori queste sono il 15,3% (Tavola 2). Lo stalking è stato subito anche da altre persone, nel 10,3% dei casi per un totale di circa 2 milioni 229mila donne. Complessivamente, sono circa 3 milioni 466 mila le donne che hanno subìto stalking da parte di un qualsiasi autore, pari al 16,1% delle donne.
Nel corso del solo anno relativo ai 12 mesi prima dell’intervista (nel 2014), le vittime di stalking da parte di ex partner sono 147mila, 1,5% delle donne (11,4% nel caso in cui le donne si siano lasciate dall’ex negli ultimi 12 mesi). Sono 478mila (2,2%) quelle che dichiarano di averlo subìto da altre persone.
Numero verde: 800 148 724
Fonte: https://www.istat.it/it/violenza-sulle-donne/il-fenomeno/violenza-dentro-e-fuori-la-famiglia/numero-delle-vittime-e-forme-di-violenza
#questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola #nonènormalechesianormale

Una percentuale non trascurabile di donne ha subito anche atti persecutori (stalking). Si stima che il 21,5% delle donne fra i 16 e i 70 anni (pari a 2 milioni 151 mila) abbia subito comportamenti persecutori da parte di un ex partner nell’arco della propria vita. Se si considerano le donne che hanno subito più volte gli atti persecutori queste sono il 15,3% (Tavola 2). Lo stalking è stato subito anche da altre persone, nel 10,3% dei casi per un totale di circa 2 milioni 229mila donne. Complessivamente, sono circa 3 milioni 466 mila le donne che hanno subìto stalking da parte di un qualsiasi autore, pari al 16,1% delle donne. Nel corso del solo anno relativo ai 12 mesi prima dell’intervista (nel 2014), le vittime di stalking da parte di ex partner sono 147mila, 1,5% delle donne (11,4% nel caso in cui le donne si siano lasciate dall’ex negli ultimi 12 mesi). Sono 478mila (2,2%) quelle che dichiarano di averlo subìto da altre persone. Numero verde: 800 148 724 Fonte: https://www.istat.it/it/violenza-sulle-donne/il-fenomeno/violenza-dentro-e-fuori-la-famiglia/numero-delle-vittime-e-forme-di-violenza #questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola #nonènormalechesianormale

Vergognatevi 😠😠#denunciate non giratevi dall'altra parte

Vergognatevi 😠😠 #denunciate non giratevi dall'altra parte

L’immigrato è stato rilasciato dal giudice per “tenuità del fatto” in quanto per il giudice palpeggiare una poliziotta non è ritenuto grave. Una sentenza a dir poco scandalosa, un vero e proprio schiaffo morale per le forze dell’ordine che ogni giorno lavorano per garantirci sicurezza e poi per tutte noi donne. #scioccata #senzaparole #schifo #poliziotta #palpeggiata #immigrato #sentenza #fattotenue #giudice #cronaca #stopviolenzasulledonne #nonénormalechesianormale #denunciate #rispettate #ilmegliodelledonne #blog #blogger #influencer #page #scandalo

L’immigrato è stato rilasciato dal giudice per “tenuità del fatto” in quanto per il giudice palpeggiare una poliziotta non è ritenuto grave. Una sentenza a dir poco scandalosa, un vero e proprio schiaffo morale per le forze dell’ordine che ogni giorno lavorano per garantirci sicurezza e poi per tutte noi donne. #scioccata #senzaparole #schifo #poliziotta #palpeggiata #immigrato #sentenza #fattotenue #giudice #cronaca #stopviolenzasulledonne #nonénormalechesianormale #denunciate #rispettate #ilmegliodelledonne #blog #blogger #influencer #page #scandalo

Negli ultimi 5 anni il numero di donne che hanno subìto almeno una forma di violenza fisica o sessuale ammonta a 2 milioni 435 mila, l’11,3% delle donne dai 16 ai 70 anni. Quelle che hanno subìto violenza fisica sono 1 milione 517 mila (il 7%), le vittime della violenza sessuale sono 1 milione 369 mila (il 6,4%); le donne che hanno subìto stupri o tentati stupri sono 246 mila, (1,2%), di cui 136 mila stupri (0,6%) e circa 163 mila tentati stupri (0,8%). La violenza nelle relazioni di coppia, negli ultimi 5 anni, ha riguardato il 4,9% delle donne (1 milione 19 mila), in particolare il 3% (496 mila) delle donne attualmente con un partner e il 5% (538 mila) delle donne con un ex partner. Considerando solo le donne che hanno interrotto una relazione di coppia negli ultimi 5 anni, la violenza subìta sale al 12,5%. Nel confronto con i cinque anni precedenti al 2006 si colgono importanti segnali di miglioramento: diminuiscono la violenza fisica e sessuale da parte dei partner attuali e da parte degli ex partner, e cala pure la violenza sessuale (in particolare le molestie sessuali, dal 6,5% al 4,3%), perpetrata da uomini diversi dai partner. Non si intacca però lo zoccolo duro della violenza nelle sue forme più gravi (stupri e tentati stupri) come pure le violenze fisiche da parte dei non partner mentre aumenta la gravità delle violenze subite.
Numero verde:
800 148 724
Fonte: https://www.istat.it/it/violenza-sulle-donne/il-fenomeno/violenza-dentro-e-fuori-la-famiglia/numero-delle-vittime-e-forme-di-violenza #questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola #nonènormalechesianormale

Negli ultimi 5 anni il numero di donne che hanno subìto almeno una forma di violenza fisica o sessuale ammonta a 2 milioni 435 mila, l’11,3% delle donne dai 16 ai 70 anni. Quelle che hanno subìto violenza fisica sono 1 milione 517 mila (il 7%), le vittime della violenza sessuale sono 1 milione 369 mila (il 6,4%); le donne che hanno subìto stupri o tentati stupri sono 246 mila, (1,2%), di cui 136 mila stupri (0,6%) e circa 163 mila tentati stupri (0,8%). La violenza nelle relazioni di coppia, negli ultimi 5 anni, ha riguardato il 4,9% delle donne (1 milione 19 mila), in particolare il 3% (496 mila) delle donne attualmente con un partner e il 5% (538 mila) delle donne con un ex partner. Considerando solo le donne che hanno interrotto una relazione di coppia negli ultimi 5 anni, la violenza subìta sale al 12,5%. Nel confronto con i cinque anni precedenti al 2006 si colgono importanti segnali di miglioramento: diminuiscono la violenza fisica e sessuale da parte dei partner attuali e da parte degli ex partner, e cala pure la violenza sessuale (in particolare le molestie sessuali, dal 6,5% al 4,3%), perpetrata da uomini diversi dai partner. Non si intacca però lo zoccolo duro della violenza nelle sue forme più gravi (stupri e tentati stupri) come pure le violenze fisiche da parte dei non partner mentre aumenta la gravità delle violenze subite. Numero verde: 800 148 724 Fonte: https://www.istat.it/it/violenza-sulle-donne/il-fenomeno/violenza-dentro-e-fuori-la-famiglia/numero-delle-vittime-e-forme-di-violenza #questononèamore #denunciate #rompiilsilenzio #nonseisola #nonènormalechesianormale

👍👍 무료 아이엘츠 영단어 어플입니다 👍👍 다양한 기능과 많은 단어들이 있습니다 ^^ 한번 다운받아보세요 ^^
#구글 https://bit.ly/google_ielts_voca
#애플 https://bit.ly/IELTS_VOCAB
#아이엘츠토익 #아이엘츠독학 #영어잘하고싶다 #아이엘츠후기 #영어문법 #영어기초공부
#denunciate
#탄핵 #공공연히 #비난
The Government should give notice that we will denunciate the convention and rejoin immediately after entering a reservation on article 3.
#정부 #관례 #파기 #조항 #보류 #후 #바 #합류 #통보
#동의어 : #slam

👍👍 무료 아이엘츠 영단어 어플입니다 👍👍 다양한 기능과 많은 단어들이 있습니다 ^^ 한번 다운받아보세요 ^^ #구글 https://bit.ly/google_ielts_voca #애플 https://bit.ly/IELTS_VOCAB #아이엘츠토익 #아이엘츠독학 #영어잘하고싶다 #아이엘츠후기 #영어문법 #영어기초공부 #denunciate #탄핵 #공공연히 #비난The Government should give notice that we will denunciate the convention and rejoin immediately after entering a reservation on article 3. #정부 #관례 #파기 #조항 #보류 #후 #바 #합류 #통보 #동의어 : #slam

#Donne compravano grossi cani per avere #rapporti, denunciate
Quattro #donne, di età compresa tra i 40 e i 56 anni, sono state #smascherate e #denunciate dai #volontari dell'#Associazione #italiana #difesa #animali.
#noviolenza #animali #malattia #perversione #noipervoi_lgbt_friendly🌈

#Donne compravano grossi cani per avere #rapporti, denunciate Quattro #donne, di età compresa tra i 40 e i 56 anni, sono state #smascherate e #denunciate dai #volontari dell' #Associazione #italiana #difesa #animali. #noviolenza #animali #malattia #perversione #noipervoi_lgbt_friendly🌈

🙇🏻‍♂️ #영단어는관리다 🙇🏻‍♂️ #무료 #편입 #영어단어 #어플 입니다 “편입” 어플 중에 아이튠즈 랭킹 1위입니다.
#구글 https://bit.ly/google_pi_voca
#애플 https://bit.ly/transfer_vocab
#어플 #생활영어 #영어인강 #영어공부 #영어어플 #영어문법
#denunciate
#탄핵 #공공연히 #비난
The Government should give notice that we will denunciate the convention and rejoin immediately after entering a reservation on article 3.
#정부 #관례 #파기 #조항 #보류 #후 #바 #합류 #통보
#동의어 : #slam

🙇🏻‍♂️ #영단어는관리다 🙇🏻‍♂️ #무료 #편입 #영어단어 #어플 입니다 “편입” 어플 중에 아이튠즈 랭킹 1위입니다. #구글 https://bit.ly/google_pi_voca #애플 https://bit.ly/transfer_vocab #어플 #생활영어 #영어인강 #영어공부 #영어어플 #영어문법 #denunciate #탄핵 #공공연히 #비난The Government should give notice that we will denunciate the convention and rejoin immediately after entering a reservation on article 3. #정부 #관례 #파기 #조항 #보류 #후 #바 #합류 #통보 #동의어 : #slam